Dal mondo Dal mondo Paolo Scarpellini

Sound Sommelier vol. 2. Il vino si può ascoltare

Sound Sommelier vol. 2. Il vino si può ascoltare

Il vino? Si può ascoltare. Paolo Scarpellini (classe 1953) si autoproclama Sound Sommelier dopo 20 anni di critica giornalistica musicale e altri 20 come giudice e reporter su varie testate. Il suo credo? Considerare il vino come “musica da bere” e la musica come “vino da ascoltare”. Ecco quattro abbinamenti tra vino e musica suggeriti dal nostro Sound Sommelier. Per info: www.psmusicdesign.it

Classica

Cuvée Annamaria Clementi Franciacorta 2004 Ca’ del Bosco

Con Gli Incogniti & Amandine Beyer – A.Vivaldi, Le Quattro Stagioni: Inverno, Largo. Una partitura celeberrima nella vivace versione della violinista francese e del suo ensemble, ideale per la Cuvée Annamaria Clementi Franciacorta 2004 di Ca’ del Bosco. La trama sonora inizia e finisce con un pacato pizzicato di violini: per Vivaldi l’idea (sublime) della pioggia battente, per noi un’efficace base ritmica che sottolinea il continuo e finissimo perlage nel bicchiere. La soave, materica melodia del violino solista fa quindi da leitmotiv lungo l’esame olfattivo (mandorla, pesca gialla, agrumi) e gustativo (palato cremoso e avvolgente, acidità ben equilibrata): la classe di una fine armonia enomusicale.

Canzone d’autore

Vigna Quintodecimo Taurasi Riserva 2007 Quintodecimo

Ascolta:  
Avion Travel – Dormi e sogna
(dall’album Cirano, 1998)

Con Avion Travel – Dormi e sogna. Campano il raffinato gruppo musicale, campano il raffinato Vigna Quintodecimo Taurasi Riserva 2007, maison Quintodecimo. Arpeggi di chitarra e batteria in levare aprono le danze e quindi gli occhi sul vino, di un vivace rosso rubino; la teatrale voce maschile col suo mantra di ripetere precise parole chiave, sprigiona al naso eleganti folate di prugna, liquirizia, spezie dolci. All’arrivo del lieve ritornello punteggiato da archi e violini, cogliamo al gusto il fresco e solido corpo dell’Aglianico, dai tannini setosi e sinuosi. Il finale sonoro? Lungamente elegante, all’orecchio come al palato.

Piano Contemporaneo

Mario Schiopetto Friulano 2016 Schiopetto

Ascolta: 
Ludovico Einaudi- Oltremare 
(dall’album Divenire, 2006)

Con Ludovico Einaudi- Oltremare. Una composizione dell’ex allievo di Luciano Berio per il Mario Schiopetto Friulano 2016 (Schiopetto). Intro sonora in souplesse, giusto il tempo di sondare il giallo paglierino con riflessi dorati nel bicchiere. Tra piccole e sapienti pause, il ritmo prende poi aria e fa scaturire al naso un bouquet intenso e complesso di fiori gialli, frutta matura, agrumi e mandorla. Il minimalismo pop e la reiterazione del refrain pianistico portano a scoprire in bocca freschezza e armonia del vino, più lucide sensazioni di grassezza a ogni fugace tocco dei registri bassi. Finitura enosonora decisamente sciccosa.

Bolero

Sherry Pedro Ximénez Murillo Lustau

Ascolta: 
Luz Casal- Historia de un amor 
(dall’album La Pasión, 2009)

Con Luz Casal- Historia de un amor. Abbinamento di terroir, fra il malinconico brano dell’intensa interprete galiziana e lo Sherry Pedro Ximénez Murillo di casa Lustau, altrettanto denso/intenso. Se il sommesso incipit musicale richiama la spessa tinta mogano nel bicchiere, gli accordi del suggestivo bolero in tessuti da percussioni e contrabbasso portano alle narici aromi di uva passa, caramello e liquirizia. Con i primi e appassionati vocalizzi, si spalmano quindi sul palato cremose e vellutate note di miele e fichi secchi, mentre la chitarra aggiunge le more e i fiati, invece, le prugne. Chiusura persistente, di musica e di vino.

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2018. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag:

Leggi anche ...

Il vino vive anche nella musica
Dal mondo
Il vino vive anche nella musica

Che siano pop, rock, country o jazz, n Leggi tutto

Il cambiamento climatico fa bene ai vini tedeschi
Dal mondo
Il cambiamento climatico fa bene ai vini tedeschi

Vini tedeschi più buoni grazie al cambiamento climatico? Leggi tutto

Vranken Pommery Italia, il nuovo Ceo è Brieuc Kremer
Dal mondo
Vranken Pommery Italia, il nuovo Ceo è Brieuc Kremer

Cambio al vertice in Vranken Pommery Italia. Da Leggi tutto