Dall'Italia Dall'Italia Paolo Scarpellini

Sound Sommelier vol. 19, il vino si può ascoltare

Sound Sommelier vol. 19, il vino si può ascoltare

Il vino? Si può ascoltare. Paolo Scarpellini (classe 1953) si autoproclama Sound Sommelier dopo 20 anni di critica giornalistica musicale e altri 20 come giudice e reporter su varie testate. Il suo credo? Considerare il vino come “musica da bere” e la musica come “vino da ascoltare”. Ecco quattro abbinamenti tra vino e musica suggeriti dal nostro Sound Sommelier. Per info: www.psmusicdesign.it

Chanson francese

Celebris Extra Brut 2002 Gosset

Ascolta
Joe Dessin – Champs-Élysées
(singolo 45 giri, 1969)

Con Joe Dessin – Champs-Élysées. Duetto francese, quello fra il cantante poliglotta e lo Champagne Gosset Celebris Extra Brut 2002. I primi accordi di piano accendono di riflessi smeraldo l’oro pallido con fine perlage di questo “Chardonnot Noir”. La voce suadente quindi ispira all’olfatto ananas e caramello, al secondo naso invece fiori bianchi tipo gelsomino e biancospino. Col travolgente ritornello il palato si fa subito ricco, fresco e cremoso: il piano qui evoca la susina, il clarinetto zenzero, la tuba tabacco. Il finale a sfumare combacia con una persistenza lunga e fruttata.

Pop

Colleción 125 Blanco 2017 Chivite

Ascolta
Las Ketchup – Aserejé
(dall’album Hijas del Tomate, 2002)

Con Las Ketchup – Aserejé. Il trio femminile spagnolo rallegra il conterraneo Chivite Colleción 125 Blanco 2017. Gli accordi iniziali di chitarra e batteria illuminano il giallo dorato dello Chardonnay. Le tre voci all’unisono sprizzano quindi gioiose note all’olfatto: la prima sa di fiori bianchi, la seconda di brioche, la terza di agrumi. A seguire, l’orecchiabile ritornello presenta in bocca eleganza e intensità: se la batteria tesse una burrosa complessità, il cantato spalma sul palato una forte acidità. La chiusura sonora sposa poi una fresca, saporita persistenza.

Rock latino

“A” Aldobrandesca

Ascolta
Negrita – Rotolando verso sud
(dall’album “L’uomo sogna di volare, 2005)

Con Negrita – Rotolando verso sud. Il territorio è servito: toscana la rock band, idem il rosato “A” Aldobrandesca. Prima, la batteria mette in evidenza il luminoso rosa corallo nel calice, poi la voce spedisce alle narici sottili note di rosa canina; la chitarra di suo ci mette aromi di pompelmo rosa, il coro fragoline di bosco. Al ritornello, il ritmo piacevolmente sincopato fa rotolare sul palato un sorso beverino, speziato (pepe rosa) dalle percussioni e insapidito dalla tromba. In chiusura, i pochi e rarefatti accordi di chitarra gocciolano acqua di rose sulla lunga persistenza.

Musica barocca

Amarone Classico 2015 Allegrini

Con Insieme Strumentale di Roma – Adagio, Secondo Movimento, dal Concerto per archi, oboe e basso continuo. Il terroir? Veneto, fra compositore e Amarone Classico 2015 Allegrini. I primi tocchi di archi scaldano il rubino nel calice, poi un malinconico oboe svela al naso fiori passiti e frutti rossi; la viola intanto impila mogano e spezie. Se i violini quindi seducono sciccosamente il palato, è ancora l’oboe a ricamare sulla fitta trama tannica ghirigori di china, vaniglia e cacao. Il finale è persistente, con archi e oboe che inseguendosi emanano retrogusti balsamici.

Foto di apertura: S. Mediendesign – Pixabay

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 13/11/2021

Leggi anche ...

Miglior sommelier 2021. I campioni Ais, Fisar e Asi
Dall'Italia
Miglior sommelier 2021. I campioni Ais, Fisar e Asi

Leggi tutto

L’agenda del wine lover di dicembre
Dall'Italia
L’agenda del wine lover di dicembre

Leggi tutto

Studio Agronomico Sata: la “case history” Degli Azzoni
Dall'Italia
Studio Agronomico Sata: la “case history” Degli Azzoni

Leggi tutto