Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Altemasi lancia il Rosé Riserva e il Blanc de Noirs

Altemasi lancia il Rosé Riserva e il Blanc de Noirs

Due le novità della linea Trentodoc Altemasi fiore all’occhiello di Cavit, storica cooperativa trentina. Il raffinato Rosé Riserva e il delicato Blanc de Noirs. Solo le migliori cuvée da uve Chardonnay e Pinot nero coltivate in alta collina e affinate entrambe 36 mesi sui lieviti

Più che una linea di spumanti, è un vero e proprio stile quello di Altemasi, brand d’eccellenza della storica cooperativa Cavit. Uno stile unico che affonda le radici nelle colline più alte del Trentino e nasce da uve Chardonnay e Pinot nero coltivate nei vigneti più vocati dei masi più alti: Altemasi appunto.

Spumanti di grande personalità

Gli spumanti sono tutti Metodo Classico Trentodoc e si distinguono per la loro grande personalità e il forte legame con il territorio in cui opera la Cantina. I vigneti si trovano tra i 450 e i 600 metri d’altezza e godono delle migliori esposizioni. Qui le uve sono sottoposte a forti escursioni termiche che favoriscono la formazione di aromi e permettono di mantenere un profilo acidico molto equilibrato, fondamentale per dar vita a bollicine che sfidano il tempo.

La parola all’enologo Paolo Turra

Autore dell’imprinting trentino di Altemasi è lo storico enologo della Cantina Paolo Turra: «Giorno dopo giorno ricerchiamo il perfetto equilibrio di questi spumanti, armonizzando i profumi fruttati e floreali delle uve con quelli speziati derivanti dalla fermentazione di una parte della base in legno e dalla lunga permanenza dei vini sui lieviti».

Altemasi Rosé Riserva Trentodoc 2016

Ne è la prova Altemasi Rosé Riserva Trentodoc 2016, ultimo arrivato e uscito a fine giugno. Questa nuova bollicina nasce dalle migliori cuvée di Pinot nero e Chardonnay che vengono coltivati in vigneti situati su suoli basaltici di origine vulcanica dell’altopiano di Brentonico e in Valle di Cembra su terreni di origine fluvio glaciale. L’annata 2016 è stata favorevole per il Pinot nero (presente al 65%). Prodotto in 2.600 bottiglie, Altemasi Rosé Riserva riposa sui lieviti per oltre 36 mesi e ha un residuo zuccherino di 7 g/l. Di color rosa tenue con riflessi ramati, ha spuma cremosa con perlage continuo e sottile. Profuma di ciliegia matura, mora e mela rossa, e al palato è pieno e avvolgente, di grande equilibrio e persistenza.

Atemasi Blanc de Noirs

Altra novità approdata lo scorso anno, e riproposta in una seconda edizione sempre in un numero limitato di bottiglie è Altemasi Blanc de Noirs. Nasce da selezionate cuvée di Pinot nero coltivato sui suoli fluvio-glaciali della Valle di Cembra e conoidi alluvionali della collina di Trento. Lo spumante affina sui lieviti per 36 mesi e il dosaggio è mantenuto intorno ai 6 g/l, garantendo un prodotto superbamente gastronomico. Nel calice risulta giallo paglierino con riflessi verdolini e ha perlage fine e continuo. I sentori fruttati di pesca e ribes rosso lasciano poi spazio a delicate note di melissa. Il sorso è di grande equilibrio, piacevole e persistente nel gusto.

La linea Altemasi comprende anche la pluripremiata Riserva Graal e il Brut Millesimato 100% Chardonnay, l’intenso Pas Dosé e il delicato Rosé.

ALTEMASI
via del Ponte 45
Trento
0461.38.17.11
altemasi@altemasi.it
www.altemasi.it

Segui su FacebookInstagram

Realizzato in collaborazione con Altemasi.

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 3/2021. Acquista

Sei abbonato digitale o premium? Sfoglia la rivista o scarica il pdf

Vuoi abbonarti? Clicca qui

Tag: , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 11/09/2021

Leggi anche ...

Asti e Moscato d’Asti lanciano Sorì eroici
Dall'Italia
Asti e Moscato d’Asti lanciano Sorì eroici

Leggi tutto

Alice Paillard presenta N.P.U. 2008. Grande vino di Champagne
Dall'Italia
Alice Paillard presenta N.P.U. 2008. Grande vino di Champagne

Leggi tutto

Censimento delle Vecchie Vigne: il Piemonte
Dall'Italia
Censimento delle Vecchie Vigne: il Piemonte

Leggi tutto