Sound Sommelier | La playlist dell’estate

Sound Sommelier | La playlist dell’estate

“Via, via, vieni via con me…”. Perché non assaggiare un buon Barbera d’Asti seguendo le note di Paolo Conte o un Trentodoc ascoltando (e magari ballando) un samba brasiliano? Per le vacanze di quest’anno abbiamo selezionato per voi alcune delle denominazioni di maggior pregio d’Italia (con vini adatti alla stagione). E ad esse abbiamo abbinato brani che evocano emozioni e bellezza, per il gusto di provare il perfetto abbinamento enomusicale.

Buon ascolto!

 

Piemonte

Barbera d’Asti Superiore Docg

 

 

Paolo Conte – Via con me
(dall’album Paris milonga, 1981) Ascolta

Le prime note di piano suggeriscono al naso frutti rossi, vaniglia e caffè. Un agile ritmo tra spazzole e contrabbasso balla col sorso chic e balsamico, a cui il bandoneón (fisarmonica) aggiunge cenni boisé. Il violino pizzicato avvolge in gola la lunga chiusura.

 

Grignolino d’Asti Doc

 

 

Kings of Convenience – Misread
(dall’album Riot on an Empty Street, 2004) Ascolta

L’orecchiabile riff di piano è soffuso come la tinta, mentre l’ingresso di basso e batteria profuma di marasca e sottobosco. La voce aggiunge al palato tannini soft e pizzichi speziati, le corde di viola lasciano retrogusti malinconici e amarognoli.

 

Lombardia

Franciacorta Brut Docg

 

 

Dionne Warwick – I Say a Little Prayer
(dall’album The Windows of the World, 1967) Ascolta

Il coro femminile introduce il perlage fine e fitto, poi l’elegante attacco vocale invade le narici di lievito, zenzero, bergamotto. Il vivace ritornello sottolinea una bocca vinosa e carnosa, la tromba invece elabora freschi e spigliati slanci minerali.

 

Trentino

Trentodoc Dosaggio Zero

 

 

Jorge Ben – Chove chuva
(dall’album Samba Esquema Novo, 1963) Ascolta

Il samba brasiliano al ritmo di un perlage fine e persistente: la chitarra porge aromi di mela e vaniglia, la voce poi crosta di pane. Armonia e morbidezza giungono dalla batteria, la vena minerale dal puntuto pianoforte. Si chiude sfumando in mandorla.

 

Veneto

Conegliano Valdobbiadene Docg

 

 

Malika Ayane – Tempesta
(dall’album Naïf, 2015) Ascolta

Il ritmo parte fresco e incalzante, come il perlage. Col cantato, volano al naso fiori di prato e frutta a polpa bianca, confermati in bocca all’irrompere del ballabile ritornello. Al subitaneo stop finale, un’intrigante retrosapidità abbaglia la gola.

 

Lugana Doc

 

 

Fiorella Mannoia – Una giornata uggiosa
(dall’album Ho imparato a sognare, 2009) Ascolta

Il piglio bossanova, caldo e suadente, porta al naso agrumi e sambuco, la voce chiara e distinta invece sa di albicocca. Il ritmo, ondeggiante, fa scivolare in bocca una beva piena e rotonda: il flauto aggiunge note acide, le tastiere quelle minerali.

 

Valpolicella Classico Doc

 

 

Sade – Smooth Operator
(dall’album Diamond Life, 1984) Ascolta

L’intro di sax e percussioni soft ispira aromi di ciliegia e frutti di bosco, la voce invece spezie e legni lontani. Se il ritornello rivela un corpo equilibrato, elegante e amarognolo, il finale scorre tra persistenza sonora e succosi retrogusti.

 

Friuli Venezia Giulia

Rosazzo Docg

 

 

Norah Jones – Sunrise
(dall’album Feels Like Home, 2004) Ascolta

Il ritmo soft di batteria e contrabbasso schiude al naso zagara, pesca e cappero; il sussurro vocale porta al palato lime e bergamotto, chitarra e tastiere aggiungono sapidità e croccantezza. L’elegante nota boisé nel lungo finale? Merito dell’ukulele.

 

Friuli Colli Orientali Sauvignon Doc

 

 

Gino Paoli – Sapore di sale
(dall’album Basta chiudere gli occhi, 1964) Ascolta

Chitarra e batteria iniziali sanno già di estivo. Il cantato sventola sotto il naso una battigia di ananas, frutto della passione, peperone, quindi archi e sax titillano la lingua con freschi e acidi frangenti. Finale senza fine, all’udito e sul palato.

 

Emilia Romagna

Lambrusco di Sorbara Doc

 

 

Ligabue – Lambrusco e popcorn
(dall’album Lambrusco, coltelli, rose & popcorn, 1991) Ascolta

Se l’attacco di chitarra e batteria scoppietta come la spuma rosata nel bicchiere, le note vocali portano al naso viola, fragola e lampone. Al contagioso ritornello, esplode in bocca la piena fragranza fruttata: fresca e gioiosa fino al sapido finale.

 

Toscana

Bolgheri Doc

 

 

Ornella Vanoni – Amore caro, amore bello
(dall’album E poi… la tua bocca da baciare, 2001) Ascolta

Il primo ritmo pulsa come la cupa tinta rubino; poi, con la voce soft, arrivano aromi di frutto nero e note balsamiche. Basso e chitarra arrotondano il palato, tocchi di piano tessono la fitta trama tannica, ampie fughe di archi persistono in chiusura.

 

Chianti Classico Gran Selezione Docg

 

 

Tina Turner – What’s Love Got To Do With It
(dall’album Private Dancer, 1984) Ascolta

Inizio in sordina: aromi di viole e prugne, più la voce roca che odora di cuoio e tabacco. Poi il ritmo sale e il ritornello irrompe in bocca fra intensità e tannicità, mentre le ficcanti tastiere aggiungono note speziate. Chiusura sfumata e raffinata.

 

Marche

Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Docg

 

 

Miles Davis – So What
(dall’album Kind of Blue, 1959) Ascolta

I delicati tocchi pianistici svelano un bouquet di acacia e agrumi, batteria e contrabbasso sostengono il sorso fresco e solido, gli spumeggianti assoli di tromba spruzzano note sapide. E il calando ritmico finale lascia l’amaro (di mandorla) in bocca.

 

Abruzzo

Trebbiano d’Abruzzo Doc

 

 

Amy Winehouse – Back to Black
(dall’album omonimo, 2006) Ascolta

Si parte a ritmo Sixties e voce bassa, con sentori di fiori bianchi e frutta gialla. Basso e batteria delineano in bocca un corpo agile e fresco, mentre l’incalzante riff di piano manda decisi spruzzi salini. In coda, tocchi di campana ammandorlati.

 

Campania

Fiano di Avellino Docg

 

 

Teresa De Sio – Voglia ’e turnà
(dall’album Teresa De Sio, 1982) Ascolta

Voce solare e dialetto partenopeo scaldano le narici tramite miele e frutta matura. Quando parte l’orecchiabile ritornello, irrompe un sorso sensuale e avvolgente, eppure fine e misurato: la chitarra sparge accordi iodati, le tastiere irrorano acidità.

 

Puglia

Salice Salentino Doc

 

 

Vinicio Capossela – Che coss’è l’amor
(dall’album Camera a sud, 1994) Ascolta

L’incipit mambeggiante svela frutti e legni di sottobosco. Sax insinuante e voce rauca portano al palato armonie tanniche e alcolici equilibri, col ritornello che ogni volta sparge acidità sulle papille gustative. Lo stop è improvviso, la persistenza no.

 

Calabria

Cirò Doc

 

 

Cesaria Evora – Angola
(dall’album Miss Perfumado, 1999) Ascolta

Piano e battiti di mano esaltano l’aroma vinoso di prugna, marasca, sottobosco. La voce malinconica affonda nel gusto intenso e corposo, con violino e cavaquinho a estrarre freschezza e sapidità marina. Il coro finale scorta la speziata persistenza.

 

Sicilia

Sicilia Grillo Doc

 

 

Kaballà – Paroli d’amuri
(dall’album Le vie dei canti, 1993) Ascolta

Sound folkeggiante e dialetto siculo veicolano al naso pesca, mango e papaia. Il violino detta il leitmotiv anche nel bicchiere, svelando armoniose ampiezze dove contrabbasso e batteria ficcano sapidità e acidità. Allo stop finale, il vino non si ferma.

 

Noto Doc

 

 

Agricantus – Carizzi r’amuri
(dall’album Tuareg, 1996) Ascolta

Il terroir è Med: percussioni afro e vocalizzi berberi sanno di zagara, miele, cedro candito. Ritmo cammellato e dialetto siculo spalmano poi sul palato, fra gli sprazzi minerali delle tastiere, uva passa e frutta secca. Sexy e barocco il finale sfumato.

 

Sardegna

Vermentino di Sardegna Doc

 

 

Coldplay – Clocks
(dall’album A Rush of Blood to the Head, 2002) Ascolta

L’orecchiabile riff di piano rapina i sensi come il tenue sentore di frutta esotica, bissato da basso e batteria con miele e mango. Il cantato guida l’assaggio pieno e avvolgente, fra vocalizzi aerei grondanti acidità. Chiusura enosonora lunga e floreale.

 

Tag: , ,

Leggi anche ...

Tasting Lagrein 2018: chi sono i vincitori
Dall'Italia
Tasting Lagrein 2018: chi sono i vincitori

Lagrein, che passione. Le migliori espressioni di questo Leggi tutto

A Milano il Wine Tasting del Comitato Grandi Cru
Dall'Italia
A Milano il Wine Tasting del Comitato Grandi Cru

Tra le iniziative enologiche che hanno interessato Milano Leggi tutto

Debutta la Guida Slow Wine 2019
Dall'Italia
Debutta la Guida Slow Wine 2019

La guida Slow Wine 2019 (1120 pagine, 24 Leggi tutto