L'altro bere L'altro bere Anna Muzio

Cinque caffetterie di design (una per continente) dove gustarsi una tazzina

Cinque caffetterie di design (una per continente) dove gustarsi una tazzina

Il caffè è buonissimo, ma in queste caffetterie di design ci si va anche per la location, progettata da importanti studi di architettura d’interni. Il nostro viaggio fa tappa a Copenaghen, Shanghai, Vancouver, Melbourne e Kigali.

Caffè e design, un legame con radici antiche e profonde. Basti pensare ai grandi maestri che si sono cimentati nel disegno delle macchine da caffè, o anche dell’umile moka, nomi come i fratelli Castiglioni, Piero Lissoni e Alessandro Mendini.

Il design delle caffetterie

Ma il caffè, inteso come luogo dove la nera bevanda si consuma, al banco o indugiando seduti a un tavolino, è uno di quei luoghi avvolgenti e “comunitari” che stimolano il dibattito e il pensiero. Nelle caffetterie sono stati scritti grandi romanzi e sono nate grandi imprese e società, dai Lloyds alla Borsa di Londra.
In un momento di grande riscoperta di questa bevanda così umile e speciale non sorprende come grandi studi di architettura e giovani emergenti designer si siano cimentati nel creare ambienti assai particolari. Ve ne proponiamo cinque, uno per continente, in un ideale viaggio sull’onda dell’aroma del chicco tostato di Coffea e del design.

caffetterie di design
© Tableau

EUROPA

Connie-Connie Café – Copenhagen Contemporary, Copenaghen

Tra arte e sostenibilità si muove questa caffetteria progettata dallo studio danese Tableau e dal designer Ari Prasetya all’interno della nuova galleria d’arte Copenaghen Contemporary, aperta all’interno di un ex impianto di saldatura nel quartiere Refshaløen. Sedie, panche e tavoli sono stati disegnati da 25 designer con legno di scarto e sono in vendita. Troverete un caffè tostato chiaro, come si usa nel Nord Europa, con un’acidità “buona” ma che non si nasconde.
copenhagencontemporary.org/en/visit/#food

caffetterie di design

ASIA

Blue Bottle – Jing’an Kerry Centre, Shanghai

Sembra un attico miliardario questo caffè dello storico torrefattore americano Blue Bottle, una delle torrefazioni americane artefici della Third Wave, la rinascita del caffè in chiave specialty, aperto all’inizio di agosto a Shanghai. Progettato dallo studio giapponese Keiji Ashizawa Design, omaggia il genius loci grazie all’utilizzo di 13.000 piastrelle tradizionali cinesi realizzate a mano per il bancone del bar, la parete delle scale e l’area lounge della caffetteria.
bluebottlecoffee.com/cafes

© Perkins Will

AMERICA

Nemesis – Great Northern Way, Vancouver

Nemesis Coffee è un luogo bizzarro e spettacolare. L’esterno è un padiglione rosso a forma di fiore con scaglie metalliche che brillano al sole. L’interno, progettato dallo studio di architettura Perkins + Will, lo richiama con forme organiche come le vele sul soffitto che fungono da pannelli acustici e creano giochi di luce. Una capsula a specchio mette in mostra la torrefazione e la cucina. Il luogo è anche sede della roastery. Siamo a pochi centinaia di chilometri dalla culla del caffè speciale che è Portland: qui col caffè non si scherza.
www.nemesis.coffee

AUSTRALIA

Prior Thonbury, Melbourne

Se pensate che il minimalismo sia ormai superato potreste ricredervi in questa caffetteria aperta da poco nella città che ha fatto del caffè specialty, ricercato, gourmet un vero e proprio culto. Dove i baristi sono pagati più dei marketing manager e dove non vi capiterà mai di assaggiare un caffè meno che perfetto. Progettata dallo studio Ritz & Ghougassian in una ex stamperia, ha un’essenzialità ingentilita dai toni di colore albicocca del piano in cemento del bancone, dal legno chiaro di eucalipto e dalle piastrelle in terracotta del pavimento.
www.facebook.com/PriorThornbury/

AFRICA

Kivu Noir, Kigali

La capitale del Rwanda è una città africana che non t’aspetti, ecologica e dalla vivace vita culturale. Qui le caffetterie hanno l’indubbio vantaggio di usufruire del prodotto locale, un’Arabica che sta alzando notevolmente l’asticella della qualità grazie alle nuove lavorazioni. Questa caffetteria è anche rivendita del torrefattore omonimo, certificato fair trade, e presenta la novità Arabica Bourbon della casa madre, che cresce lungo le rive del lago Kivu.
www.facebook.com/kivunoircafe/

Foto di apertura: l’ingresso del Nemesis di Vancouver

Tag: , , , , ,

© Riproduzione riservata - 30/10/2022

Leggi anche ...

Caffè: c’era una volta il primato italiano
L'altro bere
Caffè: c’era una volta il primato italiano

Leggi tutto

Sostenibilità: la risposta di Roberto Castagner al caro energia
L'altro bere
Sostenibilità: la risposta di Roberto Castagner al caro energia

Leggi tutto

Anche la birra sa invecchiare
L'altro bere
Anche la birra sa invecchiare

Leggi tutto