Blend: il nuovo numero di Civiltà del bere

Blend: il nuovo numero di Civiltà del bere

Blend. Parola quasi proibita oggi, che va di moda vinificare “in purezza”. Ma la purezza è sempre stata un mito, ed è una mescola anche l’assemblaggio di cloni diversi o provenienti da vigne distanti dello stesso vitigno.

E i più grandi enologi creano sinfonie di vini eterni esercitando la sottile arte del blend, a cui è dedicata l’intera monografia.

Abbiamo voluto riflettere sul concetto e ricordare quei vini italiani ed esteri che rendono onore a questa nobile idea quasi filosofica. Inoltre, qualche nota sugli assemblaggi anche nei mondi della birra, del tè e dell’olio.

E poi? Tra i virtuosi dello Champagne e il ritorno delle botti di castagno, facciamo il punto sul consumo di vino in Italia – da alimento a status symbol – e il giro d’affari delle produzioni bio. Ma come le ciliegie del nostro ghiottone errante, un viaggio tira l’altro: da Pompei alle Langhe, fino a Porto con i Master of Wine. E in Sicilia facciamo il bis, con vini en primeur e birre artigianali.

Questo e altro sul nuovo numero di Civiltà del bere: leggi il sommario completo

Buona lettura!

 

Il numero 03/2016 di Civiltà del bere sarà in edicola fra qualche giorno. Acquistalo in anteprima nel nostro shop (anche in versione digitale)


© Riproduzione riservata - 10/06/2016

Leggi anche ...

Il contadino di Godia, parabola di un rischio
I commenti di Alessandro Torcoli
Il contadino di Godia, parabola di un rischio

Una riflessione di Alessandro Torcoli sui provvedimenti appena Leggi tutto

Scatta l’ora della RestaurAction
Food
Scatta l’ora della RestaurAction

RestaurAction è un’iniziativa culturale e simbolica, di sostegno Leggi tutto

Le responsabilità del leader di un territorio vinicolo
I commenti di Alessandro Torcoli
Le responsabilità del leader di un territorio vinicolo

Quali sono le responsabilità del leader? Nelle compless Leggi tutto