Dall'Italia Dall'Italia Roger Sesto

Le degustazioni dell’enoluogo: protagoniste Triasso, Mamete Prevostini e Ar.Pe.Pe

Le degustazioni dell’enoluogo: protagoniste Triasso, Mamete Prevostini e Ar.Pe.Pe

Il Sassi Solivi, Sassella Valtellina Superiore di Triasso, il Valtellina Superiore Riserva di Mamete Prevostini e il Rocce Rosse, Sassella Valtellina Superiore Riserva di Ar.Pe.Pe sono stati degustati in rappresentanza della Valpolicella nell’ambito del focus sull’“altro Nebbiolo” all’enoluogo di Milano, il salotto del vino di Civiltà del bere.

TRIASSO – Sassi Solivi, Sassella Valtellina Superiore Docg 2009
Uve: Nebbiolo 100%
Descrizione: profumi marcati di lampone, ciliegia, agrumi, fiori, eucalipto; al palato è elegante, equlibrato, fresco, giustamente corposo, con una buona trama tannica. Amico della tavola, e del portafoglio.
Titolo alcolometrico: 13,47% vol.
Prima annata in commercio: 2004
Bottiglie prodotte: 8.600
Prezzo atteso: 15 euro
Prezzo reale: 15 euro

Indirizzo Cantina: Frazione Triasso 25, Sondrio, tel. 0342.21.73.10, mail coop.triasso@gmail.com, www.cooptriasso.it.

MAMETE PREVOSTINI – Valtellina Superiore Riserva Docg 2009
Uve: Nebbiolo 100%
Descrizione: intenso, con un bouquet molto ampio di menta e cannella, etereo, con sentori di rosa appassita e cuoio; in bocca molto fresco, con tannini precisi e morbidi, finale avvolgente. Ruffiano, ma non troppo.
Titolo alcolometrico: 14% vol.
Prima annata in commercio: 2006
Bottiglie prodotte: 9.000
Prezzo atteso: 23 euro
Prezzo reale: 29 euro

Indirizzo Cantina: via Don Primo Lucchinetti 63, Mese (Sondrio), tel. 0343.41.003, mail info@mameteprevostini.com, www.mameteprevostini.com.

AR.PE.PE – Rocce Rosse, Sassella Valtellina Superiore Riserva Docg 2001
Uve: Nebbiolo 100%
Descrizione: un po’ chiuso, si apre con sentori di ciliegia matura e note balsamiche, evoluto ma ancora vivido; in bocca è persistente, equlibrato con un finale lievemente tartufato. Elegante, forse un po’ troppo discreto per i tempi che corrono.
Titolo alcolometrico: 13% vol.
Prima annata in commercio: 1984
Bottiglie prodotte: 18.200
Prezzo atteso: 30 euro
Prezzo reale: 35 euro

Indirizzo Cantina: via del Buon Consiglio 4, Sondrio, tel. 0342.21.41.20, mail info@arpepe.com, www.arpepe.com.

VALTELLINA: RISORTA DALLE CENERI – Dopo un lungo periodo di crisi protrattosi dagli inizi degli anni Settanta a tutti gli anni Ottanta, da ormai un ventennio questo scorcio prealpino di Lombardia sforna nettari a base Nebbiolo (Chiavennasca) sempre più di qualità, costanti, a prezzi interessanti. Non concentrandosi solo sul prestigioso Sforzato di Valtellina, ma valorizzando anche il Valtellina Superiore, da alcuni anni a Docg, sia sfruttando le classiche sottozone come Inferno e Sassella, sia puntando su blend aziendali provenienti da più vigne. E non mancano novità: da undecennio, numerose sono le realtà da segnalare, piccole e giovani. Tra queste Triasso e Sassella, Sondrio, strutturata come una piccola cooperativa nel cuore della sottozona, autrice di etichette sempre più qualitative e dell’eccellente rapporto qualità prezzo; esemplare il Sassella Sassi Solivi. Prevostini Mamete, azienda ormai affermata, sita a Mese in Valchiavenna, ma con vigne in Valtellina, incarna il rinascimento del distretto vinicolo, essendo stata una di quelle realtà che hanno saputo dare nuova linfa alla denominazione. Il suo Valtellina Superiore Riserva è una garanzia. Ubicata a Sondrio, Ar.Pe.Pe, della famiglia Pelizzatti Perego, rappresenta la tradizione. Nessuna scorciatoia e cedimenti a proposte commerciali, non si produce nemmeno lo Sfursat, considerato una “forzatura”, bensì si vinifica una ben più rischiosa, ma filologicamente corretta vendemmia tardiva. «Il primo pensiero è rivolto al rispetto del territorio e a non rovinare in cantina il Nebbiolo che si produce con immensa fatica sui nostri terrazzamenti». In queste parole, pronunciate dalla co-patron Isabella Pelizzatti Perego, l’essenza della filosofia, compendiata dall’uso di botti grandi, macerazioni  lunghe superiori al mese, affinamenti anche decennali. Il Valtellina Superiore Sassella Rocce Rosse Riserva è l’etichetta più evocativa di questa impostazione stilistica.

IL PANEL DI ASSAGGIATORI – I componenti del panel di assaggiatori erano Alessandro Tocoli, direttore di Civiltà del bere, il giornalista Roger Sesto, Max Torcoli, project manager dell’enoluogo, Ivano Antonini, miglior sommelier d’Italia Ais 2008, l’enologo Lorenzo Monterisi, Giuliano Cappelli, esperto di marketing, e Luciano Gusmeri, wine-lover. I degustatori, oltre a dare una descrizione gustolfattiva dei campioni, hanno anche immaginato il possibile costo di una bottiglia (“prezzo atteso”). Il “prezzo reale” è quello medio in enoteca.

Per conoscere gli altri vini protagonisti della degustazione interna sull'”altro Nebbiolo”, si possono leggere anche le schede di Malvirà, Chionetti, Ferrando, Travaglini, Antoniolo, Anzivino, Bianchi, Le Piane e Ca’ Nova pubblicate nei giorni scorsi.

Tag: , , , , , ,

Leggi anche ...

Nei vini PuntoZero il riflesso dei Colli Berici
Dall'Italia
Nei vini PuntoZero il riflesso dei Colli Berici

Il bello di questa storia è che non Leggi tutto

Anche i rosati sanno invecchiare
Dall'Italia
Anche i rosati sanno invecchiare

Già parlare di bianchi invecchiati è arduo in Leggi tutto

La Vitovska nasce e matura nella pietra del Carso
Dall'Italia
La Vitovska nasce e matura nella pietra del Carso

La Vitovska è una varietà probabilmente originaria d Leggi tutto