Dall'Italia Dall'Italia Jessica Bordoni

“Vino. Oltre il paesaggio”, la mostra fotografica di Zenato Academy

“Vino. Oltre il paesaggio”, la mostra fotografica di Zenato Academy

Il nuovo progetto di Zenato Academy ha coinvolto cinque studenti di f/16 Schule für Fotografie di Berlino, che hanno interpretato il mondo del vino in maniera originale e contemporanea. Dopo il vernissage a Veronafiere, dal 4 novembre la mostra sarà visibile alla tenuta Zenato di Peschiera del Garda.

Tra le Cantine italiane più impegnate a esplorare il legame tra vino e arte c’è Zenato, che nel 2019 ha dato vita alla Zenato Academy. Si tratta di un laboratorio permanente di studio e sperimentazione culturale, con particolare attenzione alla fotografia, che si propone di coinvolgere grandi maestri del genere, ma anche professionisti al debutto e giovani studenti.

La mostra “Vino. Oltre il paesaggio”

Domenica 17 ottobre a Verona, durante la Vinitaly Special Edition, è stata inaugurata la mostra fotografica “Vino. Oltre il paesaggio”. Promossa dalla Zenato Academy, è stata realizzata in collaborazione con cinque allievi della scuola f/16 Schule für Fotografie di Berlino. L’allestimento ha trovato spazio nei padiglioni di Veronafiere, che negli stessi giorni della Vinitaly Special Edition ospitava anche la sedicesima edizione di ArtVerona, manifestazione dedicata alla valorizzazione dell’arte moderna e contemporanea e del sistema dell’arte italiano.

La riflessione sul concetto di “Oltre”

“Vino. Oltre il paesaggio” è di fatto l’atto secondo del progetto “Oltre” e prende forma a distanza di due anni dall’allestimento della mostra “Vino. Oltre gli oggetti” realizzata con gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Brera, Milano. «Abbiamo deciso di partecipare a questo Vinitaly così particolare con un progetto che andasse al di là della classica comunicazione del vino», ha precisato Nadia Zenato, alla guida aziendale con il fratello Alberto e la madre Carla. «Non a caso il concetto di ciò che sta oltre è il tema portante della mostra e della nostra visione. La riflessione ruota intorno all’importanza di vedere, agire e pensare per superare i nostri limiti. Per la Cantina, ma anche per il nostro territorio». Dopo il vernissage a Veronafiere, dal 4 novembre la mostra “Vino. Oltre il paesaggio” sarà allestita presso il quartiere generale di Zenato a Peschiera del Garda (Verona) e aperta al pubblico su appuntamento.

Il legame con il territorio e l’attività di Zenato

Il fil rouge delle fotografie selezionate è il paesaggio, inteso come «fonte di conoscenza, testimone nobile e silente della produzione del vino», per dirla con le parole del curatore Luca Panaro. I cinque studenti che hanno interpretato il tema sono Lisa e Stefanie Dollhopf, Jorge Garrido, Lara Sapper e Marina Villanueva.
«I giorni trascorsi in vigna, nelle tenute Zenato in Lugana e in Valpolicella, hanno dato il giusto impulso alla nascita di progetti strettamente legati al territorio», ha commentato la professoressa e tutor Martina della Valle. «Vivere il contesto, conoscere gli attori che lo abitano, ricercare tra le pieghe del paesaggio e gli strati del territorio sono state attività preziose che hanno dato origine a una narrazione per immagini profondamente ispirata all’attività dell’azienda».

Il dettaglio delle opere

In particolare Lisa Dollhopf nella serie “Im Herbest” realizza una serie di fotogrammi in camera oscura che rievocano sagome di carta dai riferimenti botanici. Stefanie Dollhopf, invece, si rifà alla tecnica del collage ricreando frammenti di vendemmia nella collezione “Fragments of a Story”.
Le immagini di Jorge Garrido (“Deseo”) e Marina Villanueva (“Vintage Science”) riflettono lo sguardo contemporaneo ovvero molto ravvicinato sulle cose, inquadrando ora la pelle umana ora la popolazione microbica di una pianta arbustiva. Infine Lara Sapper in “Monochromatic – A Flash of Colour” fa della fotografia un laboratorio per sperimentare i confini sempre più labili che intercorrono tra la realtà e la finzione, trasformando il mondo del vino in un soggetto astratto grazie a filtri colorati combinati all’uso della luce artificiale. 

Il prossimo progetto con la Fondazione Modena Arti Visive

«La Zenato Academy si prefigge di supportare i giovani artisti e stimolarli ad interpretare, attraverso la fotografia e il linguaggio video e new media, il nostro mondo del vino, con uno sguardo nuovo e innovativo», ha concluso Nadia Zenato. «La prossima esperienza, che partirà a fine ottobre, vedrà coinvolti gli studenti della Fondazione Modena Arti Visive, in attesa di poter proseguire con il coinvolgimento di una scuola statunitense e una asiatica».

A questo link è possibile vedere la gallery completa delle opere della mostra “Vino. Oltre il paesaggio”. Qui sotto una selezione.

Stefanie Dollhopf

Stefanie Dollhopf

Foto di apertura: la mostra “Vino. Oltre il paesaggio” sarà allestita presso il quartiere generale di Zenato a Peschiera del Garda (Verona) e aperta al pubblico su appuntamento

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 23/10/2021

Leggi anche ...

Cuvée Voyage, la nuova bollicina di Frescobaldi invita al viaggio
Dall'Italia
Cuvée Voyage, la nuova bollicina di Frescobaldi invita al viaggio

Leggi tutto

30 anni di Benvenuto Brunello
Dall'Italia
30 anni di Benvenuto Brunello

Leggi tutto

Censimento delle Vecchie Vigne: il Trentino
Dall'Italia
Censimento delle Vecchie Vigne: il Trentino

Leggi tutto