“Message in the bottle”, la nostra degustazione il 10 aprile a Vinitaly

“Message in the bottle”, la nostra degustazione il 10 aprile a Vinitaly

Allegrini, Antinori, Argiolas, Chiarlo, Lungarotti, Masi, Tasca d’Almerita, San Patrignano, Villa Russiz e Zonin sono le dieci Cantine protagoniste della tradizionale degustazione organizzata da Civiltà del bere in collaborazione con Veronafiere, che si svolge mercoledì 10 aprile a Vinitaly, nella sala Argento del Palaexpo (piano -1). “Wine is more – Message in the bottle”, questo il titolo del grande tasting, ha per obiettivo la presentazione di dieci produttori italiani che possano raccontare un loro progetto particolarmente emblematico di impegno nell’ecosostenibilità, nella valorizzazione dell’arte e della cultura e nel sociale. Perché dentro a un vino, o dietro di esso, c’è spesso molto più di un’esperienza degustativa di alto profilo, c’è un vero e proprio “messaggio” che il produttore vuole poter esprimere e comunicare.

LE ETICHETTE E I PROGETTI PROTAGONISTI:

Marilisa Allegrini presenta Palazzo della Torre, Igt Veronese 1998 e i progetti di volontariato che ospita Villa Della Torre, tra cui quello dell’Associazione Arcobaleno e di Oxfam Italia.
Albiera Antinori
 presenta Badia a Passignano, Chianti Classico Riserva Docg 2007 e la nuova avveniristica Cantina di Bargino, a S. Casciano Val di Pesa.
Valentina Argiolas 
presenta Iselis Rosso, Igt Isola dei Nuraghi 2011 e il Progetto Iselis , che lega i due vini della linea Iselis a un’iniziativa di solidarietà.
Stefano Chiarlo
presenta La Court, Nizza Barbera d’Asti Superiore Docg 2010 e il Parco artistico Orme su La Court: connubio tra terra, arte e paesaggio.
Teresa Severini di Lungarotti presenta Rubesco Vigna Monticchio, Torgiano Rosso Riserva Docg 2006 e lo storico MUVIT, il Museo del Vino di Torgiano.
Sandro Boscaini, patron di Masi, presenta Costasera, Amarone della Valpolicella Classico Doc 2008 e il Premio Masi, assegnato agli ambasciatori delle eccellenze del Triveneto.
Alberto Tasca d’Almerita presenta Riserva del Conte, Contea di Sclafani Doc 2010 e il programma di sostenibilità ambientale SOStain.
Riccardo Cotarella, enologo di San Patrignano, presenta Avi, Sangiovese di Romagna Superiore Riserva Doc 2007 e la comunità di San Patrignano di Coriano (Rimini).
Silvano Stefanutti di Villa Russiz presenta Friulano per l’Ermitage, Collio Doc 2011 e l’accordo firmato con il Museo Ermitage di San Pietroburgo “per lo studio e la ricerca in campo storico-artistico e paesaggistico sul tema del vino”.
Francesco Zonin presenta Rocca di Montemassi, Igt Maremma Toscana 2010 e l’impegno, con il progetto Tergeo, in direzione di una viticoltura biologica.

Per partecipare alla degustazione la prenotazione è obbligatoria: Agnese Pellucci, mail pellucci@civiltadelbere.com, tel. 02.76.11.03.03.

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 28/03/2013

Leggi anche ...

Non tutto il vino va bene a Messa
Dall'Italia
Non tutto il vino va bene a Messa

Questo contenuto è riservato agli abbonati digita Leggi tutto

Mantonico: fragile e delicato per un passito dai profumi tropicali
Dall'Italia
Mantonico: fragile e delicato per un passito dai profumi tropicali

Il Mantonico è un antico vitigno che, nella Leggi tutto

Cambio di proprietà per l’azienda ligure Lupi
Dall'Italia
Cambio di proprietà per l’azienda ligure Lupi

L’azienda vinicola Lupi è stata acquisita da Peq Leggi tutto