Master of Wine: La prima prova

Master of Wine: La prima prova

Eravamo in cinquanta, due italiani, Roberto ed io, e Maria naturalmente, l’amica greca che vive lavora e ama in Italia ed è stata ammessa con noi alla MasterClass di Tignanello.

È stata dura quanto mi aspettavo: 12 vini in “a mix bag” come dicono all”Istituto Master of Wine. Due ore e 15 minuti per rispondere a quattro domande per ciascun vino… La mancanza di tempo è il primo problema! Almeno, lo è stato per me. Non possiamo svelare i vini, perché sulla West Coast degli Stati Uniti stanno svolgendo l’esame in questi minuti…

Nel pomeriggio, prova teorica: due domande cui rispondere in due ore, una delle quali obbligatoria e l’altra a scelta. Risultato: siamo usciti un po’ frastornati seppure consapevoli che fosse solo una prova generale, l’esame del secondo anno moltiplica queste difficoltà per tre! O forse più.

Ora attendiamo i risultati, ma una cosa è certa: finora è stata una grande esperienza, la nostra conoscenza sui vini del mondo ha fatto passi da gigante. Come ripeto spesso, il vero scopo di questo viaggio è viaggiare.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 10/06/2013

Leggi anche ...

Wine Paris & Vinexpo Paris, l’analisi della stampa internazionale
Senza confini
Wine Paris & Vinexpo Paris, l’analisi della stampa internazionale

Leggi tutto

La protesta dei trattori assedia l’Europa e infiamma anche il mondo del vino
Senza confini
La protesta dei trattori assedia l’Europa e infiamma anche il mondo del vino

Leggi tutto

Perché le vendite di Champagne sono calate?
Senza confini
Perché le vendite di Champagne sono calate?

Leggi tutto