Lambrusco del Fondatore 2017, amore senza compromessi

Lambrusco del Fondatore 2017, amore senza compromessi

Cleto Chiarli è fra le Cantine che negli ultimi tre anni hanno ricevuto giudizi di eccellenza per i loro vini da almeno tre Guide enologiche nazionali. Li abbiamo chiamati Maestri dell’eccellenza, premiando la loro costanza qualitativa. L’elenco completo è sul Top delle guide vini 2019.

Cleto Chiarli Tenute Agricole è il coronamento di una storia d’imprenditoria di successo iniziata nel lontano 1860 quando Cleto Chiarli – trisavolo degli attuali proprietari, i fratelli Anselmo e Mauro Chiarli – decise di avviare a Modena la produzione di Lambrusco. La Cantina dedicata al fondatore, inaugurata nel 2001, è un polo produttivo di eccellenza per i vini di alta gamma, ma anche un luogo di ricerca, valorizzazione e promozione della cultura vinicola emiliana con l’obiettivo di valorizzare i diversi Lambrusco, a cominciare dal Sorbara e dal Grasparossa, ma anche il Pignoletto.

Il miglior vino Cleto Chiarli nel 2019: Lambrusco del Fondatore 2017

Le Guide hanno confermato la grandezza del Lambrusco del Fondatore, Lambrusco di Sorbara Doc 2017 dall’inconfondibile bouquet floreale e fruttato, con un rapporto tra acidità e struttura senza compromessi. «Le nostre vigne di Sozzigalli hanno goduto di un’annata felice per le temperature e per l’andamento meteorologico in genere», spiega Mauro Chiarli. «Ciò ha consentito un ridotto numero di interventi fitosanitari a difesa di un prodotto che è giunto alla maturazione ottimale in perfette condizioni e ricco delle caratteristiche peculiari del vitigno. Quindi una buona vendemmia che l’esperienza centenaria della Cleto Chiarli, in sintonia con la professionalità dei cantinieri e dello staff tecnico, ha trasformato in una bottiglia di eccellenza».

Lambrusco del Fondatore, Lambrusco di Sorbara Doc 2017

Dai vigneti della Tenuta Sozzigalli, a nord di Modena, dove il Sorbara trova la sua culla di elezione nei terreni profondi ed argillo-limosi. La presa di spuma avviene con rifermentazione in bottiglia.

Altra etichetta premiata

Vecchia Modena Premium Mention Honorable, Lambrusco Di Sorbara Doc 2017

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2019. Se sei un abbonato digitale, puoi leggere e scaricare la rivista effettuando il login. Altrimenti puoi abbonarti o acquistare la rivista su store.civiltadelbere.com (l’ultimo numero è anche in edicola). Per info: store@civiltadelbere.com

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 09/03/2019

Leggi anche ...

Il Tignanello come paradigma del vino italiano  
In Italia
Il Tignanello come paradigma del vino italiano  

Leggi tutto

La eno-gioventù: Eleonora Bianchi e Terre d’Aenòr, c’è del nuovo in Franciacorta
In Italia
La eno-gioventù: Eleonora Bianchi e Terre d’Aenòr, c’è del nuovo in Franciacorta

Leggi tutto

Cosa resta dell’ultimo Vinitaly? La riflessione di Luciano Ferraro
In Italia
Cosa resta dell’ultimo Vinitaly? La riflessione di Luciano Ferraro

Leggi tutto