Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Francesco Mazzei presidente del Consorzio Vini Maremma Doc

Francesco Mazzei presidente del Consorzio Vini Maremma Doc

Una nuova Toscana del vino. È quella che Francesco Mazzei promette di rappresentare in qualità di presidente del Consorzio Vini Maremma Doc, a seguito dell’elezione il 2 agosto.

Fiorentino, classe 1959, vicepresidente e ceo della storica Marchesi Mazzei (di cui fa parte anche la Tenuta Belguardo in Maremma), Mazzei stato eletto alla guida del Consorzio con i vicepresidenti Marco Bruni ed Edoardo Donato. «Mi ritengo un maremmano di adozione e sono felice di poter dare un contributo ad un territorio che non ha eguali per qualità e varietà», ha commentato il neopresidente.

Vino, storia, natura incontaminata. Le ricchezze della Maremma

Il Consorzio della giovane Doc è in piena espansione e può contare su un territorio ricco di storia e natura incontaminata. «Abbiamo il dovere di valorizzare al meglio e di far conoscere ad un pubblico sempre più ampio la Maremma, anche quella più remota, e i suoi vini. Penso che il potenziale di questo territorio sia tanto grande quanto stimolante. Faremo tutto il possibile per affermare i vini della nostra Denominazione a livello nazionale e internazionale», conclude Mazzei.

Continua a crescere il Consorzio Vini Maremma Doc

Nato nel 2014 dopo il conferimento della Doc, il Consorzio di Tutela Vini della Maremma Toscana Doc è cresciuto esponenzialmente negli anni: oggi conta 306 associati, di cui 221 viticoltori, 1 imbottigliatore e 84 aziende. La produzione complessiva della Doc Maremma Toscana è di 5,7 milioni di bottiglie per l’annata 2017, con un trend in forte crescita. La denominazione è quarta a livello regionale per estensione della superficie vitata, dopo Chianti, Chianti Classico e Brunello di Montalcino.

Eletto anche il nuovo cda

La nuova gestione del Consorzio guidata da Mazzei con Bruni e Donato può contare anche su un rinnovato consiglio d’amministrazione. Ne fanno parte: Andrea Daldin (Santa Margherita), Alessandro Gallo (Rocca di Montemassi), Benedetto Grechi (Vignaioli del Morellino), Pericle Paciello (Rocca di Frassinello), Fabio Ratto (Le Mortelle) e Massimo Tuccio (Cantina Cooperativa I Vini di Maremma).

Tag: , , , , ,

© Riproduzione riservata - 24/09/2018

Leggi anche ...

Vino e pittura, dall’arte antica al neoclassicismo
Dall'Italia
Vino e pittura, dall’arte antica al neoclassicismo

Leggi tutto

Gli interpreti del vino naturale in Puglia
Dall'Italia
Gli interpreti del vino naturale in Puglia

Leggi tutto

Asti e Moscato d’Asti lanciano Sorì eroici
Dall'Italia
Asti e Moscato d’Asti lanciano Sorì eroici

Leggi tutto