Scienze Scienze Andrea Gabbrielli

Etna: per la prima volta la zonazione

Etna: per la prima volta la zonazione

I vini etnei sono uno dei simboli più affascinanti della Sicilia e marcano l’unicità di un territorio nell’ambito di un più vasto continente vitivinicolo. Ora la Doc Etna è per la prima volta sottoposta a un’indagine di zonazione viticola. L’obiettivo è di valorizzare un antico patrimonio di vitigni e un territorio che presenta caratteristiche straordinarie, fornendo ai viticoltori un supporto nelle scelte colturali e commerciali.

Per questo, studiare e capire le relazioni che si instaurano tra le viti e l’ambiente è fondamentale non solo per sfruttare al meglio le potenzialità offerte dal territorio, ma anche per programmare la viticultura futura. È questo il senso del progetto di zonazione viticola della Doc Etna, presentato al Vinitaly, dall’Assessorato delle Risorse agricole della Regione Siciliana e dal Dipartimento degli interventi infrastrutturali per l’agricoltura  in collaborazione con l’Università di Milano.

Il progetto, della durata triennale, è nato nel 2009  nell’ambito  del programma di “Innovazione e valorizzazione della filiera vitivinicola siciliana”. Partecipando all’incontro di presentazione che si è svolto nel padiglione Sicilia, l’assessore Elio D’Antrassi ha evidenziato che: «La grande varietà dell’enologia siciliana rappresenta oggi un altissimo valore aggiunto soprattutto per quanto riguarda l’esaltazione delle identità e la riconoscibilità dei prodotti».

Tag:

© Riproduzione riservata - 12/04/2011

Leggi anche ...

Barbera x Bonarda = Ervi. La storia del vitigno spiegata dal prof. Fregoni
Premium
Barbera x Bonarda = Ervi. La storia del vitigno spiegata dal prof. Fregoni

Leggi tutto

Nicola Biasi e i suoi Resistenti. L’obiettivo è “disegnare il futuro del vino”
Scienze
Nicola Biasi e i suoi Resistenti. L’obiettivo è “disegnare il futuro del vino”

Leggi tutto

Con il clima che cambia si potrà vendemmiare due volte l’anno?
Premium
Con il clima che cambia si potrà vendemmiare due volte l’anno?

Leggi tutto