L'altro bere L'altro bere Anna Rainoldi

Taglio delle accise per i microbirrifici

Taglio delle accise per i microbirrifici

La riduzione delle accise di birra diventa realtà. L’ha annunciato Unionbirrai: dal 1° luglio i microbirrifici italiani (sotto i 10 mila ettolitri di produzione annua) godranno di un taglio del -40% sulle accise.

La notizia era nell’aria, ma ora è ufficiale. Il Ministro Tria ha firmato il decreto previsto dalla Legge di Bilancio 2019 che riduce del 40% l’accisa gravante sulle birre prodotte dai microbirrifici con produzione annua inferiore ai 10.000 hl e sposta definitivamente l’accertamento di accisa dal momento della produzione del mosto al prodotto finito. Il provvedimento, atteso dal 30 dicembre dello scorso anno, sarà in vigore da inizio luglio.

Una vittoria per la birra artigianale italiana

“È una grande notizia per il nostro comparto” conferma Vittorio Ferraris, direttore generale di Unionbirrai. “Ci ripaga del lavoro che abbiamo portato avanti con determinazione da molti anni sempre ed esclusivamente con lo scopo di tutelare e creare sviluppo per tutti i piccoli produttori indipendenti di birra in Italia”.

Vittorio Ferraris, direttore generale di Unionbirrai

In attesa da fine 2018

La firma del decreto, inizialmente prevista il 28 febbraio, è attesa dal comparto fin da quando la Camera dei deputati ha approvato definitivamente la manovra economica elaborata dal governo Conte, al termine del 2018. Nei giorni scorsi, Unionbirrai aveva sollecitato la firma attuativa in una lettera indirizzata al Ministro Tria, controfirmata da 200 birrifici aderenti. L’associazione ha anche partecipato ai lavori di stesura del testo, conclusi il 2 aprile dopo un confronto finale con l’Agenzia delle Dogane.

Agevolazioni sulle accise: ora l’Italia segue l’Europa

Con l’attuazione del decreto, i microbirrifici italiani godono finalmente di agevolazioni specifiche sull’accisa, al pari dei tanti piccoli produttori di birra europei a cui, da anni, sono state riconosciute. Lo Stivale era uno dei pochi Paesi dell’Unione Europea senza normative a supporto dei birrifici di piccole dimensioni. Fin dal 1992 esiste una Direttiva Europea a favore di queste realtà.

L’impegno di Unionbirrai

L’associazione Unionbirrai raggruppa quasi 300 piccoli birrifici indipendenti italiani. Da anni lavora per sensibilizzare il mondo politico, è presente ai tavoli tecnici dei Ministeri coinvolti e opera attivamente nella divulgazione della cultura birraria.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 07/06/2019

Leggi anche ...

Solo rose bulgare per il Rosolio Carlotto
L'altro bere
Solo rose bulgare per il Rosolio Carlotto

Il liquore della tradizione mitteleuropea ha trovato una Leggi tutto

Indipendente Artigianale, il primo marchio a tutela della birra artigianale italiana
Dall'Italia
Indipendente Artigianale, il primo marchio a tutela della birra artigianale italiana

Unionbirrai ha voluto creare è uno strumento per Leggi tutto

The Gin Day: oggi e domani a Milano
L'altro bere
The Gin Day: oggi e domani a Milano

Comincia The Gin Day! L’evento dedicato al distillato Leggi tutto