Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Chi è Roberto Anesi, Miglior sommelier Ais 2017

Chi è Roberto Anesi, Miglior sommelier Ais 2017

Complimenti a Roberto Anesi, Miglior sommelier Ais 2017! Il patron del ristorante El Paèl di Canazei (Trento), grande professionista e amico (co-autore degli #abbinamentidifficili su ogni numero di Civiltà del bere), ha guadagnato il titolo di campione nazionale dell’Associazione italiana sommelier dopo una brillante prova finale, domenica 29 ottobre a Taormina (Messina). Le fasi conclusive del Concorso Miglior sommelier Ais hanno visto Anesi a confronto con Massimo Tortora (Ais Toscana), Andrea Sala (Ais Lombardia) e Carlo Pagano (Ais Molise). Tutti i concorrenti hanno dimostrato competenza e professionalità, confrontandosi su territori, produttori e abbinamenti con i piatti, oltre a prove di servizio e di comunicazione (anche in lingua straniera).

Chi è Roberto Anesi?

Sommelier, ristoratore e wine writer (suo il blog diariodivino.com), Roberto Anesi è nato a Trento nel 1972. È sommelier professionista dal 2006 (e relatore nei corsi Ais dal 2008), ma il suo percorso in questo mondo comincia ben prima, nel 1997. Comprende percorsi di formazione in importanti istituzioni internazionali (come WSET e Institute of Masters of Wine), collaborazioni con magazine del settore e (più recentemente) Wine TV. “Sala e vini sono il suo mondo. Toglietegli tutto ma non il Pinot nero” recita la sua nota biografica fra i nostri autori.

Miglior Sommelier Ais 2017: per la prima volta è trentino

«Questo è il raggiungimento di un traguardo, ma assolutamente non un punto d’arrivo. Da qui si riparte e si va avanti», ha commentato con gioia Roberto Anesi, subito dopo la premiazione. «Sono 25 anni che lavoro in sala, da 20 sono parte di Ais. È un’emozione grandissima, una soddisfazione enorme anche portare per la prima volta questa coppa e questa fascia in Trentino. Sono contentissimo».

La finale al 51esimo Congresso Nazionale Ais

La finale del Concorso Miglior sommelier Ais 2017 si è svolta nel corso della 51esima edizione del Congresso Nazionale Ais (quest’anno a Taormina). «La nostra assise annuale ha acceso i riflettori su un’Associazione dinamica e in forma smagliante, in grado di essere testimone fedele e autorevole della crescita del vino italiano e dei territori che gli danno la vita», ha commentato Antonello Maietta, presidente di Ais Italia, a proposito di questa edizione. Concorda Enrico Zanoni, presidente dell’Istituto Trentodoc, che precisa: «La sinergia con l’Associazione Italiana Sommelier è un passo fondamentale per l’affermazione del nostro marchio. Essere partner del Concorso Miglior Sommelier d’Italia è per noi il suggello perfetto di questa collaborazione».

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 31/10/2017

Leggi anche ...

Il Pallagrello bianco è agile o maturo e sontuoso
Dall'Italia
Il Pallagrello bianco è agile o maturo e sontuoso

Il Pallagrello bianco è un’uva di grande personalità, Leggi tutto

Progetto Uve di Qualità: dieci anni dopo, i risultati del modello Masi
Dall'Italia
Progetto Uve di Qualità: dieci anni dopo, i risultati del modello Masi

Il Progetto Uve di Qualità del Gruppo Tecnico Mas Leggi tutto

Chialva e il cuore  della menta piperita
Dall'Italia
Chialva e il cuore della menta piperita

L’azienda di famiglia coltiva a Pancalieri (Torino) la Leggi tutto