Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Il Consorzio Vini Venezia adotta la fascetta anti-contraffazione

Il Consorzio Vini Venezia adotta la fascetta anti-contraffazione

Con la vendemmia 2013, i vini a denominazione Venezia, Piave e Lison-Pramaggiore saranno dotati del sistema di contrassegno di Stato. La “fascetta” che identifica tutti i vini Doc e Docg, stampata dalla Zecca di Stato, sarà garanzia di tracciabilità e qualità dei prodotti vinicoli, a tutela dei consumatori come delle Cantine.

IL CONSORZIO – «Questa è la precisa volontà dei produttori della denominazione, espressa unanimemente in consiglio del Consorzio, a conferma dei percorsi intrapresi da molti anni in vigna e in cantina, ma anche sul mercato» ha commentato Giorgio Piazza, presidente del Consorzio Vini Venezia. Nato nel 2011 dalla fusione dei produttori dell’area trevigiana e di quella veneziana in un unico ente di tutela, il Consorzio nel 2012 ha ottenuto l’erga omnes dal ministero delle Politiche agricole, per le attività di tutela e valorizzazione delle denominazioni Venezia, Piave e Lison-Pramaggiore (le ultime due sono Docg dal 2010).

Tag: , , , , ,

Leggi anche ...

WOW! Le medaglie del primo concorso enologico di Civiltà del bere
I commenti di Alessandro Torcoli
WOW! Le medaglie del primo concorso enologico di Civiltà del bere

Nella vita di ogni rivista vi sono alcun Leggi tutto

Villa Sandi, il mondo del Prosecco a 360 gradi
Dall'Italia
Villa Sandi, il mondo del Prosecco a 360 gradi

L’azienda della famiglia Moretti Polegato, con sede in Leggi tutto

Vitello tonnato principe di Piemonte
Dall'Italia
Vitello tonnato principe di Piemonte

La tradizione vuole il taglio del girello Leggi tutto