Premium Premium Elena Erlicher

Resistenza! Capitolo 3: ripartiamo dalle radici con i portinnesti

Resistenza! Capitolo 3: ripartiamo dalle radici con i portinnesti

Per mettere a punto portinnesti innovativi occorrono 30 anni di ricerca. Non basta che proteggano dalla fillossera, perché i rischi sono aumentati a causa del cambiamento climatico. Due esempi di ultima generazione e una nuova frontiera da esplorare.

L’articolo fa parte della Monografia “Resistenza!”
(Civiltà del bere 1/2021)

Se oggi quasi tutti i vigneti del mondo sono costituiti da piante innestate un motivo c’è, e cioè devono resistere alla fillossera. Il parassita, arrivato in Europa dagli Stati Uniti, ha causato nella seconda metà dell’Ottocento la più grave crisi che la viticoltura abbia mai conosciuto a memoria d’uomo. C’è voluto mezzo secolo per aggirare (più che risolvere) il problema ricorrendo all’innesto della vite europea sulla radice americana. Ma ancora oggi c’è molto da fare.

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 16/03/2021

Leggi anche ...

Belgian Tripel, potenza e bevibilità
L'altro bere
Belgian Tripel, potenza e bevibilità

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: il consumo artigiano tra distrazione e culto
In Italia
50 anni di storia del vino: il consumo artigiano tra distrazione e culto

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: dagli studi sul DNA alle applicazioni dell’IA
Premium
50 anni di storia del vino: dagli studi sul DNA alle applicazioni dell’IA

Leggi tutto