Food Food Maria Cristina Beretta

Oca, oltre il foie gras c’è di più

Oca, oltre il foie gras c’è di più

Se il petto e il fegato grasso sono ormai un classico, il resto delle carni dell’oca non è da meno. Come per il maiale non si butta niente e gli insaccati sono vere leccornie. Nuovi sistemi di allevamento più rispettosi dell’animale.

L’oca, è un dato di fatto, è “il maiale dei poveri” o l’alternativa alle carni suine per altre religioni monoteiste, quali l’ebraica e la musulmana. L’oca, però, è molto di più e lo sanno bene i francesi, i quali hanno fatto del foie gras un loro punto di prestigio e vanto nazionale in cucina. Su come si ottiene questa specialità, tuttavia, ci sono pareri contrastanti, dato che l’animale viene bloccato e poi ingozzato fino a che il fegato diventa grasso per forza. I primi a scoprire che l’oca ama rimpinzarsi come fa il maiale sembra siano stati gli antichi Egizi, copiati dai Romani, i quali riempivano i pennuti con fichi.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 27/12/2020

Leggi anche ...

Vino e cucina del Friuli Venezia Giulia, viaggio al confine dei sapori
Food
Vino e cucina del Friuli Venezia Giulia, viaggio al confine dei sapori

Terra di passaggio che riunisce la tradizione mediterranea, Leggi tutto

Salumi italiani, il gusto di un’arte antica
Food
Salumi italiani, il gusto di un’arte antica

Il maiale è il protagonista principale della produzion Leggi tutto

Vino e cucina di pesce, che cosa abbinare ai grandi classici
Food
Vino e cucina di pesce, che cosa abbinare ai grandi classici

Non solo bianchi e bollicine: con i piatt Leggi tutto