Food Food Civiltà del bere

Nuova corporate identity per Gruppo Da Vittorio della famiglia Cerea

Nuova corporate identity per Gruppo Da Vittorio della famiglia Cerea

1966-2011: il Ristorante Da Vittorio compie 45 anni e si regala una nuova immagine. Chicco, Francesco, Barbara, Bobo e Rossella, i cinque figli dell’indimenticato Vittorio che con mamma Bruna continuano la tradizione di alta ristorazione e perfetta accoglienza firmata Cerea, mostrano con orgoglio l’importante progetto di restyling del marchio aziendale.

Originariamente associato all’insegna che aprì battenti a metà degli anni Sessanta nel centro di Bergamo, oggi Da Vittorio è un brand celebre in tutto il mondo composto da un gruppo organico di quattro business unit, tutte rigorosamente gestite dal clan-famiglia Cerea sui principi del massimo rigore per il massimo risultato. Oltre all’omonimo ristorante a Brusaporto, si aggiungono la Dimora, un hotel di charme con 10 camere che fa parte del circuito Relais & Chateaux, la Cantalupa, ossia la divisione dedicata al catering, agli eventi e ai banchetti, e, ancora, il café-pasticceria Cavour 1880, tra le caratteristiche viuzze di Bergamo Alta, classificato tra i Locali Storici d’Italia.

Alla base del percorso strategico per lo sviluppo creativo della nuova immagine grafica i due concetti fondamentali di continuità e attualità. Sul versante della continuità si pone la scelta di mantenere la toque stilizzata dello chef color oro come marchio. A segnare l’attualità la creazione di un nuovo logotipo per la scritta “Da Vittorio”, che diventa un’unica parola dal carattere tipografico semplice e raffinato: una rivisitazione del Trajan, font che si ispira alle iscrizioni della colonna Traiana e costituisce dunque un mix di storia, italianità e prestigio. Mentre il termine “Vittorio” riprende il colore dorato della toque, la preposizione “Da” è tinteggiata di un particolare grigio azzurro, più freddo ed essenziale, che richiama la diade metallica argento-oro.

Il rinnovo della corporate identity ha coinvolto la cosiddetta stationery (biglietti da visita, carta intestata, buste, documenti fiscali…) e i materiali di sala, stampati la pregiatissima varietà di carta Arjio Wiggins Rives Design. Le nuove brocure istituzionali e i depliant della Scuola di Cucina e dei Gift/Specialità alimentari si sono trasformati in veri e propri piccoli volumi da collezione con finiture artigianali, rilegatura “giapponese” con cucitura Singer e copertina in embossing. Nuovo anche il packaging sistem, le shopping bags e, ovviamente, il sito web www.davittorio.com, vetrina virtuale della nuova immagine in tutto il mondo. Infine, Progetto nel progetto è quello pensato per il Cavour 1880, la pasticceria caffetteria di Bergamo Alta, per rendere più immediata l’appartenenza al gruppo Da Vittorio e valorizzare il ruolo di ambasciatore della grande pasticceria Cerea in Italia e all’estero.

Tag: , , , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 21/12/2011

Leggi anche ...

I ristoranti di Civiltà del bere: La Piedigrotta (Varese)
Food
I ristoranti di Civiltà del bere: La Piedigrotta (Varese)

Leggi tutto

I Ristoranti di Civiltà del bere: Oseleta, Cavaion Veronese
Food
I Ristoranti di Civiltà del bere: Oseleta, Cavaion Veronese

Leggi tutto

Formaggi d’Italia: l’inconfondibile forma a tre piani del Montébore
Food
Formaggi d’Italia: l’inconfondibile forma a tre piani del Montébore

Leggi tutto