In Italia In Italia Anita Franzon

Look Langhe! La California non è più un miraggio

Look Langhe! La California non è più un miraggio

“Look California!”. La scritta che si incontra percorrendo la strada che dalla frazione Perno porta a Monforte d’Alba, invita ad affacciarsi sulla California che un tempo fu il miraggio dei produttori di vini piemontesi. Ma da qui si può ammirare tutto lo splendore delle Langhe, con i castelli di Serralunga e di Castiglione Falletto a un tiro di schioppo, in lontananza si scorge La Morra, dietro la collina si nasconde Barolo. Sono Grandi Langhe, come l’evento che ha interessato il territorio vitivinicolo del sud del Piemonte nei giorni tra il 2 e il 4 aprile, in concomitanza con Nebbiolo Prima 2017, l’anteprima dei vini Barolo, Barbaresco e Roero dedicata ai giornalisti di settore.

Grandi Langhe, un tour di assaggi per i borghi di Langhe e Roero

Tre giorni non sono sufficienti per passare in rassegna tutta la varietà dei vini di Langhe e Roero, ma quando oltre 200 produttori si riuniscono in 6 diversi comuni dell’area, è più semplice capire il valore universale della regione vitivinicola da cui provengono. Orlando Pecchenino, presidente del Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani spiega: «Poter portare gli operatori internazionali del settore a degustare le nostre eccellenze nel loro luogo d’origine è un valore aggiunto inimitabile, oggi ritenuto un Patrimonio Mondiale dell’Umanità proprio grazie all’aspetto vitivinicolo».

I risultati della doppia manifestazione

La terza edizione di Grandi Langhe, evento a cadenza biennale, ha registrato oltre mille presenze in tre giorni e 500 etichette in degustazione, di cui ben oltre la metà assaggiate in anteprima dalla stampa nazionale e internazionale. Il presidente dell’Associazione Albeisa Alberto Cordero di Montezemolo, ha così commentato: «La decisione di far coincidere Grandi Langhe e Nebbiolo Prima si è rivelata vincente». Il presidente del Consorzio di Tutela del Roero, Francesco Monchiero, aggiunge: «Abbiamo riscontrato la presenza di buyer da tutto il mondo, nonostante la parte maggiore del vino italiano e piemontese venga esportato negli Stati Uniti. Positivo è stato il fatto che si siano visti anche buyer europei, soprattutto tedeschi. Il successo della manifestazione conferma il momento positivo che vive il vino delle Langhe e del Roero».

L’anteprima, il tour de force del Nebbiolo

Il cuore del vitigno Nebbiolo pulsa nelle terre intorno ad Alba e si estende fino a Barbaresco e Neive e oltre il Tanaro, tra le rocche e i terreni sabbiosi del Roero. La storica anteprima internazionale Nebbiolo Prima, è un evento che per questa edizione si è svolto in tre mattine (invece di cinque, come accadeva negli anni scorsi) di assaggi alla cieca, per un totale di oltre 100 vini al giorno: un impegno olfattivo e gustativo non di poco conto per i giornalisti coinvolti. Barolo Docg 2013 e Riserva 2012 e 2011, Barbaresco e Roero Docg 2014 e Riserva 2013: questi i vini presentati, divisi per denominazione e comune.

2013, un Barolo che darà soddisfazioni

Secondo i vignaioli di Langhe e Roero la vendemmia 2013 sarà ricordata per le ritardate  operazioni di raccolta delle uve, che sono iniziate mediamente con 15 giorni di ritardo rispetto agli ultimi 10 anni, e sono terminate ai primi di novembre con gli ultimi grappoli di Nebbiolo. L’inizio del ciclo vegetativo della vite è stato condizionato dall’avvio stentato della primavera e dalle temperature basse di marzo e aprile insieme ad abbondanti precipitazioni. Il caldo è arrivato tra agosto e la vendemmia caratterizzando l’annata con un doppio andamento climatico che ha consentito di ottenere vini nel complesso equilibrati, ben strutturati e potenzialmente longevi, probabilmente più delle precedenti 2012 e 2011, di cui abbiamo assaggiato alcune Riserve.

Barbaresco, la 2014 che nessuno si aspettava

Il 2014 ha riservato delle sorprese, in particolare nell’areale del Barbaresco, dove le precipitazioni hanno avuto un’intensità tre volte inferiore al resto del Piemonte senza il verificarsi di grandinate. I produttori di Barbaresco hanno ottenuto vini nel complesso sottili ed eleganti e mediamente alcolici, così come nel Roero che, però, ha sofferto maggiormente l’annata. Si può affermare, senza troppi dubbi, che i vini di queste colline riflettono sempre di più il territorio, con una mano del produttore tendenzialmente attenta a non prevaricare la sostanza, soprattutto quando la buona annata lo permette.

Look Langhe!

Nella prima giornata è stato presentato il Barolo 2013 dei comuni di La Morra, Verduno, Roddi, Cherasco, Barolo e Novello, oltre al Barbaresco Riserva 2012. Vini nel complesso leggiadri, molto freschi e profumati e che cadono raramente nell’eccesso. I tannini sono ancora esuberanti, ma presto si levigheranno. Il secondo giorno ha visto protagonista la convincente annata 2014 di Barbaresco, mentre il Roero 2014 ha avuto qualche difficoltà a emergere, tranne rare eccezioni. Le degustazioni del terzo e ultimo giorno hanno confermato che il Barolo dell’annata 2013 ha dato ottimi risultati anche nei comuni di Monforte d’Alba, Serralunga, Castiglione Falletto, Grinzane Cavour e Diano d’Alba.

Diario d’assaggio

Qui l’elenco dei 10 assaggi che più ci hanno colpito.

Camparo – Boiolo, Barolo Docg 2013

Area viticola Langhe
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 30
Voto 90
Note tecniche vinificazione tradizionale con uso di lieviti indigeni, 40 giorni di macerazione a cappello sommerso, seguono due anni in botte grande di rovere francese da 25 ettolitri e altri 12 mesi in bottiglia prima della vendita
Descrizione delicatezza nell’espressione, dal colore rubino scarico, al naso complesso ma leggero con aromi di piccoli fiori e frutti rossi, si riconoscono la rosa e la viola e una nota di tabacco. In bocca il tannino è ancora impetuoso, ma di ottima fattura
In due parole un nuovo Barolo tradizionale

Comm. G.B. Burlotto – Barolo Acclivi Docg 2013

Area viticola Langhe
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 45
Voto 93
Note tecniche assemblaggio di diversi vigneti con viti di oltre 40 anni situate per la maggior parte a Verduno, la vinificazione avviene in tini di legno tronco-conici aperti con rimontaggi e follature manuali. La maturazione avviene in botti grandi da 35 ettolitri
Descrizione colore da Nebbiolo, naso da Nebbiolo, bocca da Nebbiolo. Questo vino è un maestro di coerenza e territorialità, dove la viola si mescola alle spezie dolci e la freschezza rassicura il palato
In due parole storico e riconoscibile

Michele Chiarlo – Barolo Cerequio Docg 2013

Area viticola Langhe
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 72
Voto 91
Note tecniche fermentazione in tini tronco-conici a cui seguono 24 mesi di maturazione in tonneau e 12 mesi di affinamento in bottiglia
Descrizione eleganza e struttura, insieme a una tipica freschezza, è un Barolo dal forte carattere, anche perché proveniente da uno dei cru storici del Barolo. È caratterizzato, già in gioventù, da note balsamiche di eucalipto e menta
In due parole per chi ama vini più decisi

Abrigo Fratelli – Barolo Ravera Docg 2013

Area viticola Langhe
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 31
Voto 89
Note tecniche fermentazione con macerazione di 20 giorni, malolattica svolta in acciaio, si procede con un affinamento in botti grandi di rovere di Slavonia; sosta in bottiglia prima della commercializzazione
Descrizione è il primo anno per questo Barolo di Novello, dal colore vivace e note calde, fruttate, ma non eccessive, anche il gusto è delicato, ma con buona persistenza e grande equilibrio tra morbidezze e durezze
In due parole l’esordio nel Barolo

Rinaldi Giuseppe – Barolo Brunate Docg 2013

Area viticola Langhe
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 62
Voto 94
Note tecniche fermentazione naturale per mezzo di lieviti indigeni per circa 25 giorni in tini di rovere di Slavonia, matura successivamente per 36 mesi in botti grandi
Descrizione occorre qualche istante prima che il vino si apra e mostri tutta la grande complessità di profumi, dai fiori alla frutta, ma anche di erbe aromatiche e prime, leggere, note eteree. In bocca è pieno, dalla elegante persistenza
In due parole  tra le vette del Barolo

Cascina Luisin – Barbaresco Rabajà Docg 2014

Area viticola Barbaresco
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 55
Voto 90
Note tecniche fermentazione spontanea, la macerazione dura un mese in cemento a cappello sommerso, seguono due anni in botti grandi da 40 ettolitri. Non è né filtrato né chiarificato
Descrizione il vino entra in bocca con garbo ed eleganza, ma prima avvolge l’olfatto con note fruttate (frutta secca, tra cui la mandorla) e finemente speziate di pepe e leggera cannella, grande l’armonia finale
In due parole un assaggio che fa la differenza

Castello di Verduno – Barbaresco Docg 2014

Area viticola Barbaresco
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 22,50
Voto 89
Note tecniche Fermentato una parte in tini di legno (40%) e una parte in acciaio con una macerazione di 20 giorni, successivamente è rimasto 18 mesi in botte grande
Descrizione Le uve migliori di tre singole e storiche vigne hanno concorso alla formazione di questo vino che porta dentro di sé il meglio dell’annata. La componente aromatica è composta, alla struttura unisce la finezza e alla freschezza un buon calore
In due parole il Barbaresco che va a ruba per la sua immediatezza

Rizzi – Barbaresco Pajoré Docg 2014

Area viticola Barbaresco
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 35
Voto 91
Note tecniche fermentazione in acciaio a temperatura controllata per circa 18 giorni, maturazione in botti di rovere di Slavonia per un anno, seguono 8 mesi in cemento, poi in bottiglia per alcuni mesi prima della messa in commercio
Descrizione roselline, lamponi e fragola all’olfatto, poi chiodi di garofano e una leggera nota di liquirizia, segue un sorso pieno, fresco e sapido. Persistente e avvolgente
In due parole Treiso nel bicchiere

Alberto Oggero – Roero Docg 2014

Area viticola Roero
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 17,50
Voto 90
Note tecniche le uve provengono da una vigna di 40 anni nel cru Bricco le Coste di Santo Stefano Roero. La fermentazione avviene con lieviti indigeni, matura in tonneau usati per 14 mesi a cui seguono 6 mesi in acciaio, non è chiarificato né filtrato
Descrizione composto e profondo, è un vino profumato e di carattere, alla frutta seguono i fiori, poi le spezie e le erbe aromatiche, che si ritrovano anche all’assaggio, intrigante e coerente
In due parole il Roero che si distingue

Giacomo Fenocchio – Barolo Riserva Bussia 90 dì Docg 2011

Area viticola Langhe
Uve Nebbiolo 100%
Prezzo € 69
Voto 92
Note tecniche fermentazione spontanea, 90 giorni di macerazione, come suggerisce l’etichetta, invecchiamento dapprima per 6 mesi in tini di acciaio inox, poi resta 4 anni in botti grandi di diversa età piegate a vapore, infine 1 anno in bottiglia
Descrizione granato, ma sempre ricco di vivacità, fruttato e speziato, emana un profumo caldo e intenso, composto all’assaggio, equilibrato e saporito, si prepara ad avere molti anni davanti a sé.
In due parole antico vino della tradizione

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 07/04/2017

Leggi anche ...

Al Seminario Masi vini “per sottrazione” per un consumo responsabile
In Italia
Al Seminario Masi vini “per sottrazione” per un consumo responsabile

Leggi tutto

In arrivo i Roero Days alla Reggia di Venaria Reale
In Italia
In arrivo i Roero Days alla Reggia di Venaria Reale

Leggi tutto

Chianti Classico Casanuova di Nittardi: per il 40° l’etichetta artistica diventa un premio internazionale
In Italia
Chianti Classico Casanuova di Nittardi: per il 40° l’etichetta artistica diventa un premio internazionale

Leggi tutto