Dall'Italia Dall'Italia Civiltà del bere

Morto il Maestro Gualtiero Marchesi

Morto il Maestro Gualtiero Marchesi

Si è spento il 26 dicembre il Maestro dell’alta cucina italiana. Gualtiero Marchesi, lo chef che ha inventato l’alta ristorazione nel Bel Paese, è morto nella sua casa a Milano, sconfitto da un tumore. Primo italiano a conquistare le tre stelle Michelin (nella guida 1986), primo al mondo a restituirle, nel 2008, rifiutando di fatto il “sistema Guide”.

Dalle origini alle tre stelle Michelin

Classe 1930, le origini di Gualtiero Marchesi sono a Milano, in una famiglia di ristoratori (che gestivano il ristorante dell’albergo Mercato, in via Bezzecca). Un viaggio e la permanenza in Francia negli anni Settanta gli consentono di apprendere le basi della futura nouvelle cuisine. Tornato a Milano, nel 1977 apre il suo ristorante in via Bonvesin de la Riva, che in due anni ottiene le prime due stelle Michelin, poi la terza nel 1985 (Guida 1986).

La svolta de L’Albereta

La sua visione innovativa e “totalizzante” dell’esperienza culinaria prende forma ulteriore nel ristorante Relais&Chateaux L’Albereta, aperto in Franciacorta nel 1993 (mentre chiude l’insegna milanese). Tre stelle fino al 1996, poi “solo” due («Poco male, a ogni stella che cade esprimo un desiderio» fu il suo ironico commento). E nel 2008 torna a Milano con il ristorante Teatro alla Scala – Il Marchesino, rinunciando apertamente ai punteggi delle Guide.

Gualtiero Marchesi, un vero Maestro

Perché Maestro? Un epiteto indiscusso. Marchesi ha insegnato l’arte ad alcuni dei migliori chef italiani, come Enrico Crippa, Carlo Cracco, Andrea Berton, Davide Oldani, Ernst Knam, Riccardo Camanini, Pietro Leemann. La volontà di formare i giovani al mestiere gli fa fondare a Colorno (Parma) nel 2004 la prestigiosa scuola di cucina Alma. Di cui qualche mese fa aveva lasciato il rettorato per dedicarsi a un altro progetto: una Casa di riposo per cuochi, che aprirà nell’autunno 2018 a Varese (sulla scorta della Casa di riposo per musicisti di Giuseppe Verdi).

Gli altri progetti

Innumerevoli le attività degli ultimi anni, dalla Fondazione Marchesi (creata nel 2010 per «diffondere il bello attraverso il gusto»), all’Accademia Marchesi, per insegnare a cucinare a tutti. Dai programmi televisivi ai libri, fino al documentario sulla sua vita (Marchesi: The Great Italian), presentato a Cannes lo scorso maggio.

L’ultimo saluto

I funerali di Gualtiero Marchesi si sono tenuti ieri 29 dicembre alle ore 11 nella Chiesa Santa Maria del Suffragio a Milano. Ci uniamo al cordoglio della famiglia, esprimendo le nostre sentite condoglianze alle figlie Simona e Paola, al genero Enrico e ai nipoti Guglielmo, Bartolomeo e Lucrezia. Marchesi riposerà accanto ad Antonietta e ai suoi cari nel cimitero di San Zenone Po.

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 30/12/2017

Leggi anche ...

Assicurarsi una buona vendemmia
Dall'Italia
Assicurarsi una buona vendemmia

Non solo avversità atmosferiche. Anche errori umani, guast Leggi tutto

Milano Wine Week 2020, una guida ragionata
Dall'Italia
Milano Wine Week 2020, una guida ragionata

Milano Wine Week 2020: dal 3 all’11 ottobr Leggi tutto

Gli altri spumanti: nelle Marche non solo Verdicchio
Dall'Italia
Gli altri spumanti: nelle Marche non solo Verdicchio

Visitiamo le Marche alla ricerca delle zone vocat Leggi tutto