Food Food Civiltà del bere

Il Premio Mesa 2022 per i giovani chef attivi in Sardegna

Il Premio Mesa 2022 per i giovani chef attivi in Sardegna

Per partecipare alla terza edizione del Premio Mesa ci si può iscrivere fino al 30 settembre. La finale sarà a Milano il prossimo 24 novembre presso l’Hub di Identità Golose.

Al via il Premio Mesa 2022, terza edizione del concorso promosso dalla Cantina Mesa, avamposto sardo di Santa Margherita Gruppo Vinicolo. Il bando è destinato ai giovani chef e ristoratori che lavorano sull’isola. Per partecipare bisogna avere un’età compresa tra i 20 e i 35 anni ed aver operato in Sardegna almeno a partire dalla stagione estiva 2018. La candidatura può essere inviata in formato digitale entro il 30 settembre, seguendo le indicazioni dell’apposito modulo online.

Uno stimolo per i giovani professionisti dell’isola

Il concorso, fortemente voluto dal patron di Cantina Mesa, il creativo di fama internazionale Gavino Sanna, permetterà al vincitore di frequentare il Master di alta formazione “Pane e Lievitati con Grani Antichi” presso l’Accademia Niko Romito (della durata di una settimana e del valore di 5.000 euro).  L’obiettivo è quello di incoraggiare i giovani chef che lavorano in Sardegna a sviluppare le proprie competenze per poi applicarle nella valorizzazione del territorio, forte di una tradizione gastronomica millenaria.

La giuria tecnica

La giuria chiamata ad assegnare il Premio Mesa 2022 è composta dallo stesso Gavino Sanna, che sarà affiancato da Paolo Marchi, ideatore e curatore di Identità Golose; Maddalena Fossati, direttrice delle testate La Cucina Italiana e Traveller; Pietro Pio Pitzalis, fondatore e direttore di Reporter Gourmet; Sergio Mei, storico executive chef del Four Season Hotel di Milano; Alberto Piras, sommelier del ristorante stellato Il Luogo di Aimo e Nadia, sempre nel capoluogo lombardo.

La finale il 24 novembre a Milano

La giuria selezionerà i tre migliori profili, che si sfideranno ai fornelli il prossimo 24 novembre all’Hub di Identità Golose di Milano. Ai concorrenti sarà richiesta la creazione di un piatto rappresentativo della loro idea di cucina regionale. La finale, aperta al pubblico, verrà presentata da Giovanni Fancello, giornalista, gastronomo e scrittore sardo. Chi conquisterà i giudici distinguendosi per originalità ma anche rappresentatività territoriale vincerà il premio e sarà celebrato la sera stessa con una cena interamente dedicata alla Sardegna presso l’Hub di via Romagnosi.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 18/07/2022

Leggi anche ...

L’irresistibile dolcezza del fico fresco
Food
L’irresistibile dolcezza del fico fresco

Leggi tutto

Salumi d’Italia: bresaola, mocetta e carne salada perfette per l’estate
Food
Salumi d’Italia: bresaola, mocetta e carne salada perfette per l’estate

Leggi tutto

Salumi d’Italia: per un buono speck servono almeno 10 mesi di affumicatura
Food
Salumi d’Italia: per un buono speck servono almeno 10 mesi di affumicatura

Leggi tutto