Il debutto di Adnkronos Wine e di Vendemmie, firmati Milano Wine Week

Il debutto di Adnkronos Wine e di Vendemmie, firmati Milano Wine Week

È nato Adnkronos Wine all’interno del portale Adnkronos.com: un canale di informazione giornalistica figlio della collaborazione tra l’agenzia e Vendemmie.com, nuovo progetto editoriale di Federico Gordini edito da MWW Media.

Curiose concomitanze. Nel giorno della fondazione di Roma, 21 aprile, Milano si presenta nella capitale d’Italia per annunciare la sua sfida mediatica al mondo del vino. Milano intesa come Wine Week (MWW). Si tratta di Adnkronos Wine, canale di informazione giornalistica all’interno del portale Adnkronos.com. Un figlio della collaborazione tra l’agenzia e Vendemmie.com, il nuovo magazine online dedicato al mondo vinicolo lanciato – sempre il 21 aprile – da MWW Media (la società editoriale del MWW Group di Federico Gordini) con l’obiettivo di contribuire alla comunicazione diretta al consumatore. Quindi, due novità a ben vedere.

A Roma il lancio ufficiale di Adnkronos Wine e Vendemmie.com

Sia Adnkronos Wine sia Vendemmie saranno “braccio operativo del gruppo MWW”, secondo la definizione dello stesso Gordini.  Non è la prima volta che un organizzatore di eventi o fiere sente la necessità di avere un “braccio operativo” mediatico, per presidiare costantemente il settore.
La presentazione si è svolta sia dal vivo al Palazzo dell’Informazione di Piazza Mastai a Roma sia in streaming su Adnkronos.com e Vendemmie.com nella tradizionale formula della conferenza stampa.

Le istituzioni presenti, dal Ministero delle Politiche agricole a Confagricoltura

Il battesimo ha avuto come testimoni autorevoli del mondo istituzionale: Gian Marco Centinaio sottosegretario ministero delle Politiche agricole, Alimentari e Forestali, Manlio Di Stefano sottosegretario ministero degli Affari esteri, Francesco Ferreri presidente Coldiretti Sicilia, Riccardo Ricci Curbastro presidente FederdocFrancesco Postorino, direttore generale di Confagricoltura. Non presenti, ancorché annunciati il giorno prima Dino Scanavino presidente Cia – Confagricoltura e Massimiliano Giansanti, presidente Confagricoltura.

Rinnovare il linguaggio per parlare a tutti i consumatori

Durante l’evento è stata spiegata la joint venture e i partecipanti si sono detti molto favorevoli all’ingresso nell’arena della comunicazione del vino di un player innovativo, essenzialmente tutti d’accordo sulla necessità di esplorare nuovi linguaggi per raggiungere il consumatore, perché chi beve vino non comprende necessariamente tecnicismi come «tannini e malolattica» e «il consumatore finale è spesso emarginato», come ha detto lo stesso Gordini.
Non sono stati commentati i dettagli dei progetti grafici e editoriali, né mostrati i primi esempi dell’approccio originale che intendono seguire, ma qualcosa si può vedere agli indirizzi www.adnkronos.com/wine e vendemmie.com.

Adnkronos Wine Vendemmie
Un momento della conferenza stampa di presentazione di Adbnkrons Wine e Vendemmie.com

Un obiettivo condiviso con altre testate wine&food

Avremo tempo di comprendere in cosa consisterà la carica innovativa dell’operazione. In generale, diversi canali sono nati in questi anni, dedicati al wine&food, che possono contare sulla verticalizzazione, ossia sul coinvolgimento del settore dai produttori al consumatore su ampia scala (ad esempio Il Gusto del Gruppo Gedi-Repubblica e Cook di Cairo-Corriere della Sera), prima ancora il portale molto vinoso de L’Espresso Wine&Food, ora abbandonato a beneficio de Il Gusto. È vero che sono anche Food mentre Wine sarà solo Wine.

Meno tecnicismi, più carisma

Dal punto di vista del linguaggio, ben venga una rinfrescata. Per ora i contributi on-line sono piuttosto classici e non lasciano pensare a un taglio diverso da quello di altri magazine strettamente settoriali. Sicuramente qualcosa cambierà nell’impostazione, se la nuova realtà editoriale desidera conquistare i giovani.
«Altri media presidiano il linguaggio tecnico», ha dichiarato Gordini, «ma il nostro avrà carisma sia per l’operatore sia per il consumatore finale, grazie a un linguaggio comprensibile». In ogni modo, Gian Marco Chiocci, direttore di Adnkronos, nell’applaudire al nuovo asse Roma-Milano ha dichiarato che il portale «si rivolge ai produttori, ai consorzi e alla gente», quindi un’impresa ambiziosa proprio per la trasversalità del target.

La homepage di Adnkrons Wine

«Grandi attese, è un’enorme responsabilità» per Di Stefano (Affari esteri)

Tra i tanti auguri rivolti dai presenti, cautela pur con bonomia è stata espressa dal sottosegretario agli Affari esteri Manlio Di Stefano.
«State caricando questo progetto di grandi attese, è un’enorme responsabilità. C’è ancora molto da fare per sostenere le esportazioni delle aziende. Il ministero Affari esteri con Ice Agenzia, Simest e Sace ha erogato 5,7 miliardi per le imprese esportatrici e ha scommesso anche sulle Fiere. Recentemente si è concluso Vinitaly con ottimi risultati».

Ricci Curbastro (Federdoc): «La tradizione va rinnovata»

Da un nume tutelare della tradizione vinicola come Federdoc, nelle parole del presidente Riccardo Ricci Curbastro, arriva un plauso particolare e una riflessione sulla comunicazione: «Siamo convinti che tutto ciò che è iconoclastico sia utile al mondo del vino. Sembra strano detto da uno che deve tutelare la tradizione per statuto, ma le tradizioni cambiano. I Consorzi di tutela devono investire maggiormente in comunicazione per cambiare il modo di raccontarsi. Siamo complicati e fatichiamo a raccontarci. Ora stiamo accogliendo in visita nelle nostre cantine molti giovani sui 20-30 anni, sono curiosi, ma alla fine cosa lasciamo loro?».

Per Pastorino (Confagricoltura) serve un media «competente ed equilibrato»

Per Francesco Pastorino, direttore generale di Confagricoltura, «è utile e necessario un canale specifico, competente ed equilibrato, non sempre a caccia di forzature giornalistiche». A dirla tutta, il mondo nel vino non è certamente il luogo degli scandali e diversi operatori dell’informazione stanno esercitando il proprio lavoro con una certa equanimità, nei limiti delle debolezze umane.

«Conquistare gli under 40» è una priorità per Centinaio

L’appoggio più entusiasta al progetto è arrivato da Gian Marco Centinaio, sottosegretario al ministero delle Politiche agricole, il quale ringrazia MWW e Adnkronos «di aver pensato a un canale per parlare in modo semplice dell’ambasciatore del made in Italy nel mondo. Serve nuovo canale?», si chiede. «Sì. E servono sempre più italiani che parlino in modo semplice di vino. Bisogna conquistare quel 45% di giovani under 40 che non l’hanno mai provato».

Parlare di vino è strategico per l’intero territorio

«Dietro al calice si parla del territorio, di quel che si può fare in un luogo, sport, cultura, magari un centro sauna particolare o di fitness», prosegue Centinaio. «Quindi dietro al bicchiere c’è un intero pacchetto turistico. E mi piace ricordare che gli stranieri spesso non ricordano il nome di un luogo perché è bello, ma perché è scritto su un’etichetta: Montalcino, Oltrepò, Conegliano…».

Viva la pluralità di voci!

In definitiva, pur scrivendo dal pulpito dei classicisti dell’informazione vinicola, ammettiamo che in questi (20) anni sono nati svariati canali di comunicazione innovativi. Da WineNews, la prima agenzia d’informazione interamente dedicata al vino, alle iniziative multimediali di Vinitaly International e di Stevie Kim (che ha sdoganato podcast, dirette Instagram e Facebook…); nella nicchia molto recentemente è nato anche Verticale, un magazine semestrale raffinato creato da giovani per giovani appassionati…

Ed ora è arrivato Adkronos Wine con la redazione di Vendemmie, a cui facciamo tanti auguri. Anche perché si tratta di una redazione tutta al femminile, a parte il capo, come nel mio caso d’altronde (e le mie collaboratrici me lo fanno notare). Siamo felici per la pluralità di voci, non solo per la bellezza della polifonia, ma anche perché tanta vivacità denota un buono stato di salute per il settore.

Foto di apertura: il logo del nuovo canale Adnkronos Wine

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 22/04/2022

Leggi anche ...

9 motivi per essere ottimisti
I commenti di Alessandro Torcoli
9 motivi per essere ottimisti

Leggi tutto

Aux armes! Alla guerra della civiltà
I commenti di Alessandro Torcoli
Aux armes! Alla guerra della civiltà

Leggi tutto

Vi presento il mio nuovo Vinology – Corso di degustazione
Degustazioni
Vi presento il mio nuovo Vinology – Corso di degustazione

Leggi tutto