I consigli “innovativi” di Jancis Robinson

I consigli “innovativi” di Jancis Robinson

Protagonista assoluta della nona edizione di VinoVip Cortina, la giornalista e Master of Wine Jancis Robinson è stata al centro del talk show “L’innovazione della vigna al marketing” che ha inaugurato ufficialmente la biennale ampezzana di Civiltà del bere. “Un affascinante viaggio che fa il giro del mondo del vino raccontato dalla queen of wine”, così l’ha definita il direttore Alessandro Torcoli, moderatore del convegno.

Jancis Robinson illustra il tema del talk show: l'innovazione

“Il vino necessita di continui cambiamenti e novità”, ha esordito l’esperta inglese, “ma il consumatore non punta tutto su questo, anzi. E’ in cerca di etichette che veicolino una storia, legate a un progetto e a una tradizione. E’ finito il tempo di premere l’acceleratore sull’innovazione, evitando l’ipertecnologismo. Tales and tannins, storie e tannini deve diventare il motto delle aziende italiane. E il focus è la vigna più che la cantina”.

Tanti i temi toccati dalla Robinson, a cominciare dall’uso delle cassette in plastica per la raccolta in vigna e l’applicazione della tecnologia satellitare, che consente la mappatura completa dei suoli e dei vigneti. “La scienza ci consente una produzione di vino di precisione mai vista prima, il che è molto utile dovendo ridurre i costi e gli sprechi e ottimizzare le risorse in termini di personale”.

Un capitolo a sé per i vini naturali, rispetto ai quali Jancis Robinson ha precisato di non essere una fanatica, valutando le singole produzioni. “Un vino deve essere innanzitutto buono. Se poi è anche biologico o biodinamico è ancora meglio”, ha affermato a chiusura dell’argomento.

Spazio anche alla questione dei lieviti selezionati e indigeni, a quella dei tappi, al trend dei vini giovani, al ruolo delle “Anteprime” italiane. Sul finale l’intervento affronta il ruolo dei new media e l’importanza del marketing.

“Dovete puntare sul packaging, sulla bottiglia e sul tappo, che sono i vostri primi biglietti da visita. Bisogna essere presenti in rete, con un sito, un account twitter che garantiscono a bassi costi un grande ritorno di comunicazione e visibilità. E poi viaggiate, continuate a viaggiare. A portare la buona novella del vino italiano”.

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 15/07/2013

Leggi anche ...

Atlante del vino 2021: la Valle d’Aosta
Dall'Italia
Atlante del vino 2021: la Valle d’Aosta

Questo contenuto è riservato agli abbonati digita Leggi tutto

I wine club delle Cantine, tre esempi che raccontano il nuovo trend
Dall'Italia
I wine club delle Cantine, tre esempi che raccontano il nuovo trend

Molte aziende vinicole si stanno dotando di un Leggi tutto

Fiere internazionali: Simei rimandato al 2022, London Wine Fair solo online
Dal mondo
Fiere internazionali: Simei rimandato al 2022, London Wine Fair solo online

Alla lista delle fiere internazionali rimandate a causa Leggi tutto