Premium Premium Ulrich Kohlmann

Grüner Silvaner, da immigrato ad autoctono

Grüner Silvaner,  da immigrato ad autoctono

Il Paese dove oggi il Grüner Silvaner è più diffuso è la Germania, ma le sue origini sembrano risalire all’Austria. Ama i suoli fertili ed è specchio del terroir in cui cresce. Dona vini dai profumi e aromi meno intensi, però di grande finezza.

Il Grüner Silvaner o semplicemente Silvaner è un vitigno di nicchia. Nel 2018 la superficie vitata a Silvaner in Germania, il Paese della sua massima diffusione, era di 4.774 ettari (www.deutscheweine.de), meno del 5% del vigneto nazionale. In passato la sua rilevanza è stata ben diversa. Come ricorda Anne Krebiehl, nel 1925 il Silvaner copriva il 39% della superficie vitata tedesca (Anne Krebiehl, The Wines of Germany, London 2019, p. 96), una posizione dominante che ha mantenuto fino agli anni Settanta del secolo scorso.

Tag: , , , , ,

© Riproduzione riservata - 28/11/2020

Leggi anche ...

Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit
Premium
Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit

Leggi tutto

Caffè: con il design c’è più gusto
L'altro bere
Caffè: con il design c’è più gusto

Leggi tutto

Belgian Tripel, potenza e bevibilità
L'altro bere
Belgian Tripel, potenza e bevibilità

Leggi tutto