Dall’Etna a Palermo. Viaggio nell’Estate Planeta

Dall’Etna a Palermo. Viaggio nell’Estate Planeta

Arte contemporanea, teatro e musica incontrano il mondo del vino nell’Estate Planeta. Fino a settembre Il programma di eventi e iniziative organizzato dalla Cantina in tutta l’isola racconta una Sicilia “fuori dalla Norma” (come titolava la presentazione ufficiale a Milano il 30 maggio), in un itinerario ideale da Palermo all’Etna, fino a Noto. Si comincia il 30 giugno con l’inaugurazione della mostra “Viaggio in Sicilia 7. Mappe e miti del Mediterraneo” al Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas di Palermo.

Archeologia e arte contemporanea in mostra

L’esposizione “Viaggio in Sicilia 7. Mappe e miti del Mediterraneo“, curata da Valentina Bruschi e organizzata in partnership istituzionale con il museo, racconta l’isola durante il periodo della vendemmia 2016 con l’occhio e le opere d’arte di Marianna Christofides, Gabriella Ciancimino, Malak Helmy, Andrew Mania, Pietro Ruffo e Luca Trevisani. Negli spazi espositivi, i reperti archeologici del Museo Salinas dialogano con le opere contemporanee elaborate da questi artisti, che hanno tradotto il paesaggio e l’esperienza itinerante in lavori appositamente pensati per gli spazi del museo.

Teatro in vigna sull’Etna

Tra la fine di luglio e l’inizio di agosto, il Teatro in Vigna creato da Planeta in un anfiteatro naturale sull’Etna ospita il terzo “Sciaranuova Festival”. Quattro spettacoli teatrali con la direzione artistica di Paola Pace, autrice e protagonista della piece inaugurale “TRE PI, Le fiabe atroci di Palermo”, in scena venerdì 28 luglio. Seguono “Ifigenia in Cardiff” di Gary Owen (con Roberta Caronia e la regia di Valter Malosti) il 29 luglio, “Nunzio” (con Spiro Scimone e Francesco Sframeli e la regia di Carlo Cecchi) il 4 agosto e “Mari” (di Tino Caspanello e con Cinzia Muscolino) il 5 agosto. Tra i due weekend, la scuola Teatroimpulso terrà un workshop sull’improvvisazione (il 2 agosto) e porterà in scena uno spettacolo.

Santa Cecilia in Musica

Alla tenuta di Buonivini a Noto, invece, Planeta organizza un ciclo di concerti in vigna al tramonto. Una location di grande suggestione, tra mandorli, carrubi e l’antico palmento restaurato. In programma l’11 e 12 agosto c’è anche la seconda edizione di “Santa Cecilia in Musica“, che celebra l’inizio della vendemmia del Nero d’Avola Santa Cecilia – intitolato proprio alla patrona della musica – con due giorni di performance dal vivo.

L’ospitalità in cantina

«Farci produttori di cultura vuol dire continuare a operare nel solco dei nostri valori», spiega Francesca Planeta. «È quello che facciamo ogni giorno nella promozione del nostro vino insieme a una vera e propria Esperienza Sicilia, che tiene insieme anche cultura e natura, olio, cucina e ospitalità, impegnandoci così a generare valore attraverso l’attività imprenditoriale in tutti i territori». Sul versante ospitalità, ogni giorno Planeta accoglie visitatori e appassionati in Cantina con attività di degustazione e percorsi gastronomici dedicati. Gli ospiti possono anche soggiornare nel wine resort della Foresteria Menfi (da quest’anno tappa de Le Soste di Ulisse, grazie allo chef Angelo Pumilia) e alla nuova Foresteria Palermo.

Tag: , , , , ,

© Riproduzione riservata - 20/06/2017

Leggi anche ...

In arrivo il robot quadrupede che pota le viti
Dall'Italia
In arrivo il robot quadrupede che pota le viti

Leggi tutto

Gli altri spumanti. L’esordio del Lazio
Dall'Italia
Gli altri spumanti. L’esordio del Lazio

Leggi tutto

Atlante del vino 2021: l’Emilia Romagna
Dall'Italia
Atlante del vino 2021: l’Emilia Romagna

Leggi tutto