L'altro bere L'altro bere Civiltà del bere

The Gin Day: oggi e domani a Milano

The Gin Day: oggi e domani a Milano

Comincia The Gin Day! L’evento dedicato al distillato di ginepro torna per la sua settima edizione a Milano nella Megawatt court. L’appuntamento è oggi e domani (8-9 settembre).

Continua a crescere il popolo degli amanti del Gin. E con loro l’evento che negli ultimi anni ha contribuito ad alimentare questa passione. Oggi, domenica 8 settembre, inaugura la settima edizione The Gin Day con 300 etichette, ospiti d’eccezione e un bel programma di seminari, workshop e attività.

Come partecipare

The Gin Day è aperto al pubblico di appassionati, intenditori e professionisti domenica 8 settembre (dalle ore 14 alle 21) e lunedì 9 settembre (dalle ore 11 alle 20) in via Giacomo Watt 15 negli spazi della Megawatt Court, che hanno già ospitato le ultime edizioni. L’ingresso singolo e il pass per entrambi i giorni sono acquistabili in prevendita su theginday.it (a 10 e 15 euro più diritti di prevendita) e in loco il giorno stesso della manifestazione (a 15 e 20 euro). L’ingresso comprende assaggi gratuiti e la partecipazione agli eventi in programma.

Gin Tonic vs Martini Cocktail: il match

Protagonista dell’evento è un vero e proprio match di tennis tra il Gin & Tonic e il Martini Cocktail. Sul campo del main stage i due mondi si sfideranno a colpi di barspoon: uno scontro-incontro che avviene su un vero campo da tennis con tanto di tappeto verde modello Wimbledon, due postazioni destinate ai bartender e un’infinità di palline marchiate The Gin Day: non resta che scegliere per che squadra tifare.

Due corner più uno (dedicato al Negroni)

Il match poi si trasferisce dal campo da tennis ai due bar dell’evento: il Gin&Tonic Bar, allestito come un chiringuito estivo da spiaggia, con tanto di sedie sdraio, e l’elegante Martini Cocktail Lounge, con poltrone e divanetti verde oliva. Una staffetta di bartender ospiti si schierano per l’uno o l’alto bar, proponendo al pubblico le loro creazioni. Un terzo bar è dedicato alla Negroni Experience, dove l’aperitivo che nel 2019 ha compiuto i 100 anni viene affrontato dal punto di vista del Gin: 100 Gin diversi per 100 Negroni diversi.

Erik Lorincz e gli altri protagonisti

Il programma di masterclass, seminari e workshop vede, fra gli altri, la presenza di Erik Lorincz, che dopo aver lavorato all’American Bar del Savoy Hotel, presenta in anteprima in Italia il suo Kwãnt, bar aperto lo scorso 20 maggio all’interno di Momo, l’iconico locale a MayFair fresco di restyling. Tra le altre personalità presenti nella due giorni troviamo Dario Comini, proprietario del Nottingham Forest e pioniere della miscelazione molecolare; Agostino “Ago” Perrone, alla guida del Connaught Bar del Connaught Hotel di Londra; Luca Cinalli, altra grande firma italiana a Londra, e Fulvio Piccinino, tra gli autori del volume “Gin Italiano”, in cui ha curato l’excursus storico del distillato dal Medioevo a oggi.

Lo shop e la cocktail week

Non manca un fornitissimo shop dove comprare le bottiglie assaggiate in degustazione, libri specializzati e accessori professionali da barman. Non solo via Watt è coinvolta: anche per questa edizione torna a Milano la #GINcocktailweek, con un circuito di cocktail bar “fuori evento” dove poter prolungare l’esperienza vissuta negli spazi di via Watt. Sempre presente infine Coffee Mixology, il progetto di Bartender.it in collaborazione con Francesco Sanapo, “barista” (come si definisce lui) esperto di caffè: nel bar-caffetteria il caffè verrà declinato con esempi di miscelazione e abbinamenti, a partire dal celeberrimo Gin Espresso Martini.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 08/09/2019

Leggi anche ...

Milano Sake Challenge: al via la prima edizione
L'altro bere
Milano Sake Challenge: al via la prima edizione

Lunedì 11 novembre a Milano debutta il primo Leggi tutto

Solo rose bulgare per il Rosolio Carlotto
L'altro bere
Solo rose bulgare per il Rosolio Carlotto

Il liquore della tradizione mitteleuropea ha trovato una Leggi tutto

Indipendente Artigianale, il primo marchio a tutela della birra artigianale italiana
Dall'Italia
Indipendente Artigianale, il primo marchio a tutela della birra artigianale italiana

Unionbirrai ha voluto creare è uno strumento per Leggi tutto