Dal mondo Dal mondo Alessandro Torcoli

Note dopo la serata Bordeaux all’enoluogo. Lunga a vita a VCC!

Note dopo la serata Bordeaux all’enoluogo. Lunga a vita a VCC!

Vieux Chateau Certan (VCC per gli amici) del millesimo 2012 ha raggiunto la vetta nel gradimento dei wine lovers che si sono riuniti mercoledì sera all’enoluogo di Civiltà del bere per una serata a tutta Bordeaux. Scopo dell’incontro era un ripasso, una bussola come recitava il titolo, per comprendere il complesso mondo bordolese: la base ampelografica, i suoli, riva sinistra e riva destra… fino al dettaglio espressivo delle differenti, celebri, appellations locali.

Bordeaux 2012, sette vini per sette appellations

Abbiamo assaggiato Péssac-Leognan (Haut-Bailly), Margaux (Brane-Cantenac), Saint-Julien (Leoville-Barton), Pauillac (Pichon Longueville Baron), Saint-Estèphe (Phélan-Ségur), Pomerol (Vieux Chateau Certan) e Saint-Èmilion (Pavie Macquin). Tutti 2012, annata classica con espressioni diverse, con l’unica eccezione del Phélan-Ségur 2015. Pur essendo molto giovani, i vini cominciavano a esprimere la propria espressività territoriale.

Il migliore alla cieca: Vieux Chateau Certan 2012

Come da tradizione, la degustazione, guidata dallo scrivente, si è svolta alla cieca per riflettere sulle sottili differenze senza condizionamenti dati da blasoni o prezzi. Al termine, come sempre, si è votato il più gradito. Il vincitore della serata è risultato dunque Vieux Chateau Certan 2012, Grand Vin de Pomerol. Ha staccato tutti grazie al suo ampio bouquet di frutti rossi (lampone, ciliegia) e neri (mirtillo, cassis), carezze di cioccolato e vaniglia, liquirizia. E un tocco erbaceo che dona freschezza a una struttura importante, coadiuvata da tannini potenti ma morbidi. Retrogusto di fragole e more, persistenza notevole.

Le prossime degustazioni all’enoluogo: Borgogna

Era anche il più prezioso della batteria (€350 a bottiglia), ma lo si è scoperto solo alla fine. Qualche volta, in effetti, il prezzo è indicatore della qualità e purtroppo i valori di Bordeaux sono decisamente alti. Ben vengano quindi serate come queste: unendo forze e finanze, gli appassionati possono fare esperienze “lussuose”. I prossimi appuntamenti? Due serate dedicate alla Borgogna:

martedì 8 maggio | Borgogna: la Côte de Nuits leggi qui
martedì 15 maggio | Borgogna: la Côte de Beaune leggi qui

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 13/04/2018

Leggi anche ...

Le Langhe arrivano a New York con il primo Barolo & Barbaresco World Opening
Dal mondo
Le Langhe arrivano a New York con il primo Barolo & Barbaresco World Opening

Il 4 e 5 febbraio la Grande Mela Leggi tutto

La Borgogna di Domaine Thibault Liger-Belair arriva in Italia con Allegrini
Dal mondo
La Borgogna di Domaine Thibault Liger-Belair arriva in Italia con Allegrini

Una bella novità per chi ama bere Borgogna. Leggi tutto

L’Indonesia blocca le importazioni di vino europeo
Dal mondo
L’Indonesia blocca le importazioni di vino europeo

Perché l’Indonesia ha bloccato l’import di vino, alcolic Leggi tutto