Villa Bogdano 1880, un paradiso di biodiversità

Villa Bogdano 1880, un paradiso di biodiversità

Villa Bogdano 1880, tra i fiumi Lison e Loncon, tutela l’ambiente che la circonda e produce vini garanzia di salute per il consumatore. Dai 106 ettari vitati, che in parte sono vigneti storici, nascono bianchi e rossi da vitigni autoctoni come Tocai friulano e Refosco e internazionali come Chardonnay e Merlot.

Vino, storia, natura: sono questi i capisaldi su cui ruota l’attività di Villa Bogdano 1880, bellissima realtà veneta nella zona di Lison di Portoguaro. L’azienda vanta un’antica tradizione vitivinicola. Dal 2016, grazie al nuovo proprietario Domenico Veronese con Lucio Tessari, amministratore, sta diventando un paradiso ambientale per i vini e una garanzia di salute per il consumatore che li sceglie. La gamma comprende vini Doc, Igt e Docg Lison Classico, unica Garantita interregionale d’Italia.

Villa Bogdano
L’amministratore Lucio Tessari
e il proprietario Domenico Veronese

Il nuovo vino a base di Tocai friulano

A questi, prossimamente, si aggiungerà una nuova etichetta di cui non è stato ancora svelato il nome, ma che sarà rappresentativa dei valori dell’azienda, a cominciare dai caratteri della biodiversità. Prodotto in un numero limitatissimo di bottiglie, il nuovo vino sarà realizzato con uve della vendemmia 2020 del secolare filare di Tocai friulano a Cassone padovano, antica forma di allevamento dei monaci benedettini, che riusciva a combinare qualità e produttività, oggi difficilmente compatibile con le tecniche moderne.
«Per questo vino», spiegano Veronese e Tessari, «si sono volute seguire scelte diverse dalle abituali, sia in fase di vinificazione che di affinamento. Anche l’etichetta sarà un chiaro tributo alla biodiversità. Il vino prenderà nome da una piccola rana, è uno degli animaletti protetti che vivono nell’oasi Natura 2000 del bosco medievale anche classificato Sito di Interesse Comunitario dall’Unione europea per le varietà di flora e fauna che lo popolano».
L’azienda ha stretto un accordo con VeGAL (ente di sviluppo dell’area orientale della città di Venezia e del Veneto) per proteggerla con un programma pilota diviso in quattro fasi: progettazione, realizzazione, attività di sensibilizzazione della cittadinanza e dei giovani, opere migliorative. L’intervento si inserisce nel progetto interregionale Italia-Slovenia 2014-20 denominato “Engreen”. L’obiettivo è quello di valorizzare le infrastrutture verdi, incrementare la biodiversità e la conservazione delle specie e degli habitat.

Le viti crescono ai margini di un bosco planiziale medievale

106 ettari in cui convivono vigneti storici e internazionali

Attualmente la superficie vitata di Villa Bogdano 1880 è di 106 ettari, di cui 18 sono vigneti storici – compreso il raro esempio di Cassone padovano di fine ’800. Visto il patrimonio storico, l’azienda si sta impegnando a garantire la tramandabilità del corredo genetico di queste antiche vigne. Oltre ai vigneti storici, l’azienda ha voluto anche dedicare parte della superficie a vitigni nobili internazionali (quali lo Chardonnay, il Merlot e il Pinot nero) o ad alcuni vitigni una volta presenti come la Malvasia istriana o particolari come la Palava, varietà particolarmente adatta alla produzioni di vini dolci.
La tenuta, non essendo stata oggetto di opere di bonifica, ha mantenuto le caratteristiche originarie del terreno. Il suolo tipico di origine alluvionale, ricco di sostanze calcaree e minerali e di microelementi, è ricoperto in superficie da uno spesso strato di argilla, tanto tenace da lavorare e ingrato nelle rese quanto gratificante nella produzione di vini di notevole intensità gusto-olfattiva e di grande eleganza e gentilezza. In alcuni lotti le percentuali di argilla raggiungono il 53%, e questo conferisce raffinatezza e morbidezza ai tannini.
Massima cura è rivolta sia in vigna sia in cantina, dove sono presenti vasche di cemento vetrificato, allo scopo di valorizzare al massimo le caratteristiche dei varietali e del terroir, oltre ai tini e alle botti di rovere francese.

Il Refosco Lison Pramaggiore Doc

Produzione limitata per tutelare la qualità

Un’attenzione particolare è dedicata al Refosco dal peduncolo rosso; è una varietà autoctona che richiede notevoli sforzi per essere raccolta al giusto momento di maturazione per mitigare i tannini “erbacei, ruvidi e selvaggi”.
Per garantire i massimi standard di qualità dei vini, attualmente la produzione non supera le 30 mila bottiglie. La gamma comprende: Pinot grigio Venezia Doc, Chardonnay Venezia Doc, Lison Classico Docg, Prosecco Brut Millesimato Doc, Prosecco Brut Millesimato Rosé Doc, Prosecco Nature Millesimato Doc, Merlot Venezia Doc, Refosco dal peduncolo rosso Lison Pramaggiore Doc; e le selezioni Refosco dal peduncolo rosso Lison Pramaggiore Riserva Doc, Chardonnay Veneto Igt, Rosso e Bianco Veneto Igt.

Una storia lunga e affascinante

Ad affiancare Domenico Veronese e Lucio Tessari c’è un team aziendale di persone legate da amicizia e fiducia pluridecennale. Villa Bogdano 1880 è stata rilevata nel 2016, dopo che è rimasta per tre generazioni nelle mani di una famiglia lombarda, con il nome di Tenuta agricola di Lison.
Domenico e Lucio provengono da due percorsi professionali molto diversi, ma sono legati da un unico obiettivo: riportare la tenuta all’antico splendore, valorizzando il patrimonio enologico, artistico e ambientale e proteggendo la natura del luogo.
Vale la pena ricordare come le radici storiche della tenuta si intreccino con quelle dell’Impero Romano. Qui sono presenti due siti censiti dal Ministero dei Beni culturali, probabilmente legati alla via Annia, antica strada consolare che collegava Padova e Aquileia. Mentre il palazzo nobiliare era di proprietà della famiglia veneta Giustinian, del periodo della Serenissima, ed è stato restaurato nel 1880, anno in cui si presume che sia iniziata l’attività vitivinicola. Da qui deriva il nome in etichetta.

Foto di apertura: 18 dei 106 ettari vitati della tenuta hanno piante storiche, alcune delle quali risalgono a fine ’800

VILLA BOGDANO 1880

via Frassinella 7
Lison di Portogruaro (Venezia)
0421.70.46.13
info@villabogdano1880.it
www.villabogdano1880.it
Segui su FacebookInstagram

Realizzato in collaborazione con Villa Bogdano 1880

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 2/2023. Acquista

Sei abbonato digitale o premium? Sfoglia la rivista o scarica il pdf

Vuoi abbonarti? Clicca qui

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 30/06/2023

Leggi anche ...

PuntoZero lancia il blend Marcella, sinfonia di territorio
Storytelling
PuntoZero lancia il blend Marcella, sinfonia di territorio

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: Fontanafredda, il valore del terroir una grande intuizione
Storytelling
50 anni di storia del vino: Fontanafredda, il valore del terroir una grande intuizione

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: Gianfranco Fino, passione Primitivo
Storytelling
50 anni di storia del vino: Gianfranco Fino, passione Primitivo

Leggi tutto