Wine business Wine business Jessica Bordoni

UrVinum: il progetto PRIN analizza i modelli di wine family business

UrVinum: il progetto PRIN analizza i modelli di wine family business

Tra gli interventi che animeranno il convegno “Le Famiglie del vino: la tradizione nel futuro” in occasione del summit UrVinum (sabato 29 settembre al Teatro Sanzio di Urbino; per il programma completo clicca qui) c’è anche quello di Sebastiano Torcivia, coordinatore nazionale del Progetto di rilevante interesse nazionale (Prin).

UNA RICERCA SUI MODELLI DI WINE FAMILY BUSINESS – Il professore presenterà la ricerca universitaria dal titolo “Modelli di family business nel settore vitivinicolo”, realizzata da quattro diversi atenei italiani: l’Università degli Studi di Trieste con il professor Francesco Venier in qualità di docente responsabile; l’Università di Firenze con il professor Vincenzo Zampi; l’Università di Milano con il professor Francesco Maria Spano e l’Università di Palermo, capitanata dallo stesso Sebastiano Torcivia, a cui rivolgiamo qualche domanda per sapere quali sono le linee guida dello studio.

Il professor Torcivia con il suo team di ricercatori dell'Università degli Studi di Palermo

– Qual è il focus della ricerca?  «Il Prin ha cercato di comprendere, attraverso metodologie di indagine sia di tipo qualitativo che quantitativo, le relazioni tra la proprietà, la governance, la direzione e la longevità delle aziende familiari. In particolare ci siamo proposti di conoscere:

  • l‘azienda familiare come comunità di persone
  • la coesione familiare e il commitment verso l’impresa
  • l’esercizio del potere
  • la struttura della proprietà»

– Come è stata suddivisa l’analisi? «Ogni ateneo si è concentrato su una particolare specificità territoriale:

  • l’unità di ricerca di Palermo, sull’analisi del fenomeno della successione esaminando le influenze dei cambiamenti del contesto sociale, economico e competitivo sui processi di successione
  • l’unità di ricerca di Trieste, sugli aspetti relativi alla governance effettuando una mappatura dei cluster
  • l’unità di ricerca di Firenze, sui concetti di proprietà, modalità di affrontare il cambio generazionale e l’innovazione in seguito al cambio generazionale
  • l’unità di ricerca di Milano, il cui territorio di riferimento di ricerca è il Piemonte, sui concetti di contesto sociale, economico e competitivo»

L’appuntamento è sabato mattina alle ore 10,30 al Teatro Sanzio di Urbino per conoscere nel dettaglio i risultati.

Su UrVinum leggi anche l’intervista al Sergio Cimino con le anticipazioni sulla sua ricerca dedicata al wine family business. e l’articolo pubblicato il 27 settembre sul Corriere Adriatico: Ecco le grandi dinastie del vino

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 28/09/2012

Leggi anche ...

Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit
Premium
Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit

Leggi tutto

Cambi di poltrona: novità e conferme nel mondo del vino
Wine business
Cambi di poltrona: novità e conferme nel mondo del vino

Leggi tutto

Federvini, in 20 anni boom dell’export di vino italiano
Wine business
Federvini, in 20 anni boom dell’export di vino italiano

Leggi tutto