Senza confini Senza confini Elena Erlicher

Tre nuovi Masters of Wine. Ora sono 304

Tre nuovi Masters of Wine. Ora sono 304

Sono stati ammessi tre nuovi Masters of Wine nel prestigioso Institute britannico. Alison Eisermann Ctercteko, Eric Hemer e Adam Lapierre hanno superato le tre parti del esame dopo il difficile percorso formativo MW (in proposito leggi anche Un anno da studente MW, a un mese dal primo esame). Il loro successo porta il numero totale di Masters of Wine nel mondo a 304, provenienti da 28 Paesi. Ora ci sono 19 MW in Australia e 32 negli Stati Uniti.

ALISON EISERMANN CTERCTEKO – La winemaker australiana Alison Eisermann Ctercteko, di Sydney, ha iniziato la sua carriera nel mondo del vino 18 anni fa. Alison ha gestito i 110 ettari di Monument Vineyard nel New South Wales e prodotto i vini della Cantina per 6 anni. Alison ha fatto parte della giuria dell’International Wine Challenge per gli ultimi 6 anni come presidente di panel, e ha tenuto lezioni alla Sydney Wine Academy, a Le Cordon Bleu Culinary Institute di Sydney e all’Asia Wine Service and Education Centre (Awsec) di Hong Kong. Il titolo della tesi di MW di Alison è “Studio sull’incidenza e la natura dei danni causati dal tappo a vite, il suo effetto sulla qualità dei vini aromatici e le implicazioni per la loro conservazione: un’indagine sul Sauvignon blanc.”

ERIC HEMER – L’americano Eric Hemer, proveniente dalla Florida, è la quarta persona al mondo ad aver ottenuto sia la qualifica di Master of Wine sia quella di Master Sommelier. Gli altri tre sono Gerard Basset (Gran Bretagna), Doug Frost (Missouri) e Ronn Wiegand (California). Eric è direttore didattico del Southern Wine & Spirits in Florida e insegna alla Florida International University; inoltre, organizza e conduce seminari al South Beach Wine & Food Festival ed è giudice di concorsi della Guild of Sommeliers. Il titolo della tesi di MW di Eric è “Quali sono le prospettive dell’Argentina: la Bonarda può raggiungere il successo nel mercato degli Stati Uniti?”.

ADAM LAPIERRE – Adam Lapierre, di San Francisco, è direttore vendite nella divisione Fine Wine alla Frederick Wildman & Sons. Adam ha iniziato la sua carriera lavorando per una grande Cantina nella regione di Finger Lakes di New York. Una volta giunto in California, è entato subito alla Frederick Wildman e ha raggiunto una posizione manageriale. Adam ha scritto la sua tesi di MW su “I fattori che influenzano la lealtà di marca tra i sommelier a San Francisco, in California.”

LA CERIMONIA UFFICIALE ENTRO FINE ANNO A LONDRA – «Siamo lieti di dare il benvenuto ad Adam, Alison ed Eric come nuovi Masters of Wine proprio nell’anno del nostro 60° anniversario», ha detto Penny Richards, direttore dell’Istituto. «Siamo molto orgogliosi dell’impegno da loro dimostrato nel raggiungere questo obiettivo e speriamo di poter festeggiare con loro all’Annual Reception and Awards di Londra entro la fine dell’anno. Complimenti!».

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 21/05/2013

Leggi anche ...

L’asta da record dei vini di Borgogna
Senza confini
L’asta da record dei vini di Borgogna

Leggi tutto

Riuso bottiglie di vetro: l’Oregon fa scuola
Senza confini
Riuso bottiglie di vetro: l’Oregon fa scuola

Leggi tutto

Scoperto il vino più antico del mondo: ha 2.000 anni
Senza confini
Scoperto il vino più antico del mondo: ha 2.000 anni

Leggi tutto