Santa Margherita acquista 4 ettari (3 a Glera) sulle “Rive”

Santa Margherita acquista 4 ettari (3 a Glera) sulle “Rive”

Santa Margherita sempre più nel segno del Prosecco. Dopo l’acquisizione, nel 2011, della Tenuta di Refrontolo, 12 ettari nel cuore dell’area Conegliano Valdobbiadene Superiore Docg (Treviso), il Gruppo triveneto annuncia oggi l’acquisto di altri quattro ettari a San Pietro di Feletto, di cui tre destinati esclusivamente alla produzione di uve Glera.

PROSECCO SUPERIORE ELEGANTI E RICERCATI – Il nuovo vigneto è di impianto molto recente, al terzo anno di produzione, posizionato nella fascia pedemontana tra i comuni di Conegliano e Valdobbiadene. Le vigne si trovano nelle cosiddette Rive, terreni ripidi e scoscesi con esposizioni e caratteristiche geomorfologiche molto particolari che regalano spumanti dal profilo elegante e ricercato. Un esempio su tutti è il il Prosecco 52 Rive di Refrontolo Brut Valdobbiadene Superiore Docg 2012, l’ultimo nato tra le bollicine del marchio, che si caratterizza per la sua speciale “austerità” dovuta al basso residuo zuccherino.

IL COMMENTO DELL’AD NICOLETTO – Come ha spiegato Ettore Nicoletto, amministratore delegato di Santa Margherita: «La nuova proprietà consente un significativo potenziamento della produzione attuale; e bisogna inoltre considerare che il distretto di Conegliano-Valdobbiadene si avvia a diventare una denominazione difficilmente espandibile. Santa Margherita consolida così la propria presenza nell’area del Prosecco Docg, che per l’azienda rappresenta uno dei segmenti più dinamici in tutti gli 89 mercati raggiunti dalle nostre bottiglie».

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 11/06/2013

Leggi anche ...

Si riaccende la polemica sulle etichette anti-cancro per il vino. Il punto della situazione
In Evidenza
Si riaccende la polemica sulle etichette anti-cancro per il vino. Il punto della situazione

Leggi tutto

Chi è il venditore di vino oggi?
Premium
Chi è il venditore di vino oggi?

Leggi tutto

Fine wine e distribuzione in Italia: ritorno dal futuro? La ricerca Wine Monitor Nomisma per l’Istituto Grandi Marchi
Wine business
Fine wine e distribuzione in Italia: ritorno dal futuro? La ricerca Wine Monitor Nomisma per l’Istituto Grandi Marchi

Leggi tutto