Senza confini Senza confini Anita Franzon

Perché tutti parlano del Negroni Sbagliato?

Perché tutti parlano del Negroni Sbagliato?

Un video su TikTok ha reso virale il Negroni Sbagliato. Come? È bastata una semplice citazione da parte di Emma D’Arcy, star della serie HBO House of the Dragon (prequel di Games of Thrones). In un’intervista insieme all’attrice e co-protagonista Olivia Cooke, Emma D’Arcy afferma: «Il mio cocktail preferito è il Negroni Sbagliato. Fatto con il Prosecco».

Per approfondimenti: The New York Times, Vulture, New York Post e Eater

In seguito a questa intervista, la versione milanese del Negroni sta vivendo un momento di grande popolarità e in pochi giorni la domanda è cresciuta esponenzialmente, tanto che anche il The New York Times si è interessato del fenomeno.

Tra finzione e realtà

«La complicata relazione tra i personaggi interpretati da Emma D’Arcy e Olivia Cooke è il motore principale della storia e questa centralità, insieme a una serie di affascinanti video promozionali e interviste, ha contribuito alla loro popolarità. Anche la sola citazione del drink preferito di D’Arcy, ovvero “un Negroni Sbagliato con dentro il Prosecco”, ha creato scompiglio in rete e non», si legge sul quotidiano statunitense. Qui si trova anche un’ultima dichiarazione di D’Arcy, che scherza sul fatto di poter diventare la prossima testimonial di Campari. “Ad ogni modo, i baristi dovranno fare scorta di Campari (…) per l’autunno”, scrive, invece, il magazine Vulture.

Un’affermazione diventata ‘meme’

La star di The House of the Dragon ha superato la viralità diventando anche un “meme”, ovvero l’inconsapevole fonte di un tormentone che ha superato 10 milioni di visualizzazioni. Sui vari social media si sono moltiplicati video e post in cui i fan affermano di trovare divertente e anche sensuale il modo in cui Emma D’Arcy pronuncia (erroneamente) “Sbag-liato”. A New York, dove il cocktail sta vivendo una vera e propria rinascita, molti bartender stanno segnalando “un aumento significativo dei diversi e curiosi tentativi di pronuncia”, riporta il New York Post. Che, a sua volta sbagliando, spiega così come pronunciarlo: “spAHg-lee-AH-toh”.

La storia del Negroni Sbagliato

Nato negli anni Settanta da un errore – o almeno, così si dice – del barman Mirko Stocchetto, allo storico Bar Basso di Milano, al regolare Negroni (tradizionalmente composto da Bitter Campari, vermouth rosso e gin in parti uguali), lo Sbagliato sostituisce il Prosecco (o un altro spumante) al gin. Lo sbaglio ha così alleggerito il Negroni, rendendo questa versione piuttosto popolare in Italia, ma meno all’estero. Non era mai successo che così tanti giornali e riviste internazionali ne parlassero in contemporanea e d’ora in poi lo “Sbagliato” sarà universalmente conosciuto.

E ora il cocktail è già disponibile Ready-To-Drink

Ci sono volute meno di due settimane per ottenere anche il Negroni Sbagliato Ready-To-Drink (RTD): già miscelato, imbottigliato e pronto da bere; a immetterlo sul mercato è stata l’azienda St Agrestis. Il prodotto, in realtà, già esisteva, ma il marchio newyorkese ha deciso di cavalcare l’onda rilanciando il suo Negroni Sbagliato RTD.
«Stiamo abbracciando la tendenza e siamo orgogliosi di essere stati piuttosto veloci nel rispondere a un trend come questo», ha affermato in un comunicato stampa ripreso da Eater il proprietario di St Agrestis Louis Catizone.

Foto di apertura: il Negroni Sbagliato sta vivendo un momento di gloria © T. Vega – Unsplash

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 26/10/2022

Leggi anche ...

Cina: le importazioni di vino rallentano, si guarda ad altri mercati asiatici
Senza confini
Cina: le importazioni di vino rallentano, si guarda ad altri mercati asiatici

Leggi tutto

Le Vigne urbane di New York e della Polinesia
Senza confini
Le Vigne urbane di New York e della Polinesia

Leggi tutto

L’Italia sul podio delle Top 100 di Wine Enthusiast e Wine Spectator
Senza confini
L’Italia sul podio delle Top 100 di Wine Enthusiast e Wine Spectator

Leggi tutto