Dal mondo Dal mondo Anna Rainoldi

Premio alla carriera di Berrouet, enologo di Château Petrus

Premio alla carriera di Berrouet, enologo di Château Petrus

L’enologo Jean-Claude Berrouet, storico volto di Château Petrus, ha ricevuto un importante premio alla carriera: il Winemakers’ Winemaker Award 2018. Il riconoscimento, nato nel 2011, viene assegnato ogni anno dall’Institute of Masters of Wine. È destinato agli enologi che hanno conseguito importanti risultati nel panorama produttivo internazionale, dando prova di abilità e competenze fuori dal comune.

 

Jean-Claude Berrouet, storico enologo di Chateau Petrus

 

La hall of fame degli enologi secondo l’IMW

Jean-Claude Berrouet entra quindi a far parte della hall of fame degli enologi selezionata dall’Institute of Masters of Wine. Dal 2011 a oggi, sono stati insigniti del Winemakers’ Winemaker Award Peter Sisseck (il primo premiato, nel 2011), Peter Gago (2012), Paul Draper (2013), Anne-Claude Leflaive (2014), Egon Muller (2015), Alvaro Palacios (2016) ed Eben Sadie (2017).

Jean-Claude Berrouet, enologo di Château Petrus

Jean-Claude Berrouet ha costruito la sua fama da capo enologo degli Établissements Jean-Pierre Moueix, dove è entrato nel 1964. Ha lavorato a Château Magdelaine, Trotanoy e Petrus, dove poi è rimasto per 44 anni. Nel 1982 ha contribuito al lancio di Dominus, in California, supervisionando la prima vendemmia “americana” (1983) dalla famiglia Moueix.

Una passione di famiglia

Da figlio d’arte – Château Samion (Lalande-de-Pomerol) è l’azienda vinicola di famiglia – ha tramandato a sua volta la passione ai figli. Olivier oggi è direttore enologo di Château Petrus, mentre Jean-François, oltre a gestire Samion e Vieux Château St-André (Montagne-St-Emilion), è consulente internazionale di Cantine in Israele, Argentina, Spagna, Portogallo e Cina.

Non ha mai smesso di fare vino

Berrouet è stato mentore e modello per tanti altri enologi, fra cui molti giurati. Ufficialmente in pensione dal 2007, Berrouet non ha mai smesso di fare vino. Nel 2012 è stato chiamato come enologo consulente in California da Twomey Cellars, insieme a un vecchio collega degli Établissements Jean-Pierre Moueix, Daniel Baron.

Chi assegna il Winemakers’ Winemaker Award

La giuria incaricata di eleggere il vincitore del Winemakers’ Winemaker Award è composta solo da enologi Master of Wine e dai precedenti vincitori del concorso. La cerimonia di premiazione dell’edizione 2018, il 19 marzo a ProWein, si è svolta alla presenza di oltre 100 importanti professionisti del settore.

Berrouet: “Senza i miei vini non sono nessuno”

«Essere stato scelto dall’Institute e da MW noti in tutto il mondo per il loro expertise è un meraviglioso riconoscimento», ha commentato Berrouet, non presente alla cerimonia.«Ho ricevuto enormi soddisfazioni nel produrre vini classici, emblematici della tradizione, che hanno giocato un ruolo chiave nella storia enologica delle regioni da cui provengono. Sono felice che i miei vini abbiano ricevuto un tale riconoscimento. Io sono nulla senza di loro».

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 23/03/2018

Leggi anche ...

Cervaro della Sala ai vertici delle classifiche
Dal mondo
Cervaro della Sala ai vertici delle classifiche

Il prestigioso vino realizzato al Castello della Sala Leggi tutto

Rosé Revolution, è il loro momento
Dal mondo
Rosé Revolution, è il loro momento

Un tempo disprezzati e considerati “vini da donne”, Leggi tutto

Curiosità dal mondo: dalla pelle di vino alle bottiglie piatte
Dal mondo
Curiosità dal mondo: dalla pelle di vino alle bottiglie piatte

Il vino da oggi non si potrà solament Leggi tutto