Dal mondo Dal mondo Emanuele Pellucci

In Brasile la prima Do spumante del Nuovo Mondo

In Brasile la prima Do spumante del Nuovo Mondo

Dal prossimo anno il Brasile potrà vantarsi di avere la prima denominazione di origine (Do) del Nuovo Mondo esclusivamente riservata agli spumanti metodo classico. A tenerla a battesimo è lo Stato del Rio Grande do Sul, il territorio dove grazie alla forte immigrazione italiana dei secoli scorsi, in particolare dal Veneto (ma anche da Trentino e Friuli-Venezia Giulia), la coltivazione della vite ha dato i maggiori risultati qualitativi.

L’indicazione geografica c’è già

In realtà si tratta di una “promozione”, perché già oggi Pinto Bandeira si fregia dell’indicazione geografica, ma la particolare posizione di questo territorio (poco distante da Bento Gonçalves), dove i vigneti si trovano a 500 metri di altitudine, ha spinto alcune aziende vinicole a fare un passo avanti nella ricerca della migliore qualità.

Obiettivo 2018

Il progetto di valorizzazione, con la richiesta di concessione della denominazione di origine, è partito nel 2015 con l’elaborazione del disciplinare di produzione e l’obiettivo è di ottenere il riconoscimento nel 2018. «Siamo coscienti del lavoro che ci aspetta, soprattutto per spiegare al pubblico quanto sia importante avere una denominazione di origine», dice il presidente dell’Associazione dei Produttori di Pinto Bandeira, Daniel Panizzi, «anche perché in Brasile la percezione delle classificazioni e di ciò che rappresentano non è ancora molto chiara».

Le zone vinicole del Brasile

Attualmente in Brasile sono presenti cinque zone vinicole a indicazione geografica istituite dall’Inpi (Instituto Nacional da Propriedade Industrial) per dare reputazione, valore e identità ai prodotti. Si trovano tutte nello Stato del Rio Grande do Sul. Di queste, solo la Vale dos Vinhedos è a denominazione di origine, mentre le altre quattro (Altos Montes, Monte Belo, Pinto Bandeira e Farroupilha) godono della sola indicazione di origine (Ip, Indicação de procedência). Altre due, Campanha Gaúcha e Vale do São Francisco, sono in attesa di ottenere il riconoscimento Ip.

Monica Rossetti

Monica Rossetti, enologa brasiliana di origine vicentina

«Anche il disciplinare della Do Vale dos Vinhedos», ci spiega Monica Rossetti, giovane enologa dell’azienda Lidio Carraro Vinícola Boutique di Bento Gonçalves, «prevede la tipologia spumanti (oltre ai vini fermi), ma Altos de Pinto Bandeira sarà la prima in assoluto esclusivamente dedicata alle bollicine Metodo Classico». Brasiliana di origine vicentina, Monica Rossetti da una quindicina d’anni segue le vendemmie sia in Italia, dove collabora con importanti aziende tra cui il Gruppo Lunelli, che in Brasile. Qui alla Lidio Carraro produce anche bollicine metodo Martinotti, tra cui anche gli spumanti ufficiali delle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016: bianco (Chardonnay), rosé (Pinot Noir) e Moscatel.

Il disciplinare del primo spumante Do

Il disciplinare della nuova Do prevede l’utilizzo delle varietà Pinor noir, Chardonnay e Riesling Italico (per quest’ultima con un limite del 25%), una resa in uva di 120 q/ha, nessuna raccolta meccanica e una maturazione sui lieviti di almeno 12 mesi. «L’obiettivo è di puntare alla massima qualità», dice Rossetti, «tanto è vero che in produzione andranno soltanto i tipi brut e nature». È prevista una produzione iniziale di 350 mila bottiglie all’anno destinate ad aumentare progressivamente.

Le Case vinicole promotrici

Come detto sopra, al momento sono quattro le cantine che hanno promosso il progetto della Do Altos de Pinto Bandeira: Vinícola Don Giovanni, Cooperativa Vinícola Aurora, Vinícola Valmarino e Vinícola Geisse. «Per entrare a farne parte in futuro», dice Daniel Geisse, direttore dell’azienda omonima, «le nuove cantine dovranno adattarsi al disciplinare che stiamo approntando. Con la nuova denominazione di origine potremo così promuovere un certo grado di specializzazione in alcune varietà e migliorare la qualità del prodotto. Per il futuro, quindi, prevediamo grandi cambiamenti in questa regione».

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 09/02/2017

Leggi anche ...

Il vino in lattina conquista i giovani francesi
Dal mondo
Il vino in lattina conquista i giovani francesi

Leggi tutto

Il Sud Italia visto dalla stampa estera. È un momento d’oro
Dal mondo
Il Sud Italia visto dalla stampa estera. È un momento d’oro

Leggi tutto

Chi seguire sui social: Jay McInerney
Dal mondo
Chi seguire sui social: Jay McInerney

Leggi tutto