Dal mondo Dal mondo Anita Franzon

Il mondo ha nostalgia dell’Italia

Il mondo ha nostalgia dell’Italia

Gli stranieri amanti del vino sentono la mancanza dell’Italia, perché degustare una bottiglia in una città d’arte o in riva al nostro mare ha tutto un altro sapore. Per consolarsi, ecco tre consigli di etichette toscane da non perdere.

Italia, ci manchi. Per Forbes una delle mete più sognate in questo periodo in cui gli amanti del vino non possono viaggiare lontano è proprio l’Italia, tutta: “Dalla Sicilia a Siena fino alla Sardegna, dal Vermentino ligure allo Chardonnay piemontese fino alla Schiava altoatesina”, si legge. O forse, emerge piano piano dalle parole della giornalista, quello che manca di più è “la sensazione di bere vino in Italia, più di una bottiglia, una città o una cantina specifica”.

Tre etichette toscane

Nella sua rubrica settimanale su The Guardian il giornalista David Williams afferma: “Alcuni vitigni possono avere radici in tutto il mondo, ma è in Toscana che molte di queste varietà danno il meglio di sé”. Tre le etichette citate dal giornalista nella sua rubrica settimanale: Le Serre Nuove, Bolgheri Rosso Doc 2018 dell’Ornellaia, descritto come “magnifico, armonioso e complesso”; Villa Boscorotondo, Chianti Classico Riserva Docg 2016 “con i suoi strati soavi di mora, amarena, tabacco e origano”; e Casamatta, Toscana Bianco Igt 2018 di Bibi Graetz, ovvero “uno splendido mix di polpa di pesca, frizzantezza agrumata e fascino floreale tipicamente toscano”.

Questa notizia fa parte della rassegna stampa internazionale di Civiltà del bere. Per riceverla gratuitamente una volta a settimana in formato newsletter iscriviti qui.

Leggi le altre notizie dal mondo di questa settimana

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 29/10/2020

Leggi anche ...

Dom Pérignon, il mito si rinnova con il Vintage 2012 e il Vintage 2003 Plénitude 2
Dal mondo
Dom Pérignon, il mito si rinnova con il Vintage 2012 e il Vintage 2003 Plénitude 2

Leggi tutto

Il futuro dell’Oiv tra ricerca e digitalizzazione
Dal mondo
Il futuro dell’Oiv tra ricerca e digitalizzazione

Leggi tutto

Cheval Blanc e Ausone lasceranno il sistema di classificazione di St. Émilion
Dal mondo
Cheval Blanc e Ausone lasceranno il sistema di classificazione di St. Émilion

Leggi tutto