Scienze Scienze Roger Sesto

I software in viticoltura ed enologia

I software in viticoltura ed enologia

L’informatica offre opportunità di applicazione sia in vigna sia in cantina. Con strumenti che valutano, per esempio, la qualità dell’uva o controllano in remoto la fermentazione. Tra i più innovativi, quelli che monitorano l’affinamento in legno o permettono l’abbattimento di ossigeno e carbonica.

Dopo aver analizzato il ruolo dell’informatizzazione in cantina a supporto delle attività gestionali (I software dirigono la cantina), valutiamo ora il suo contributo a livello più tecnico, legato al miglioramento delle attività della filiera vitienologica. Come i computer hanno offerto un grande aiuto alle incombenze legislativo-burocratiche-logistiche a carico delle aziende agricole, così più di recente lo stanno dando alla viticoltura, diventata “di precisione”, e alle attività di cantina, sempre più mirate e “controllabili”, anche nell’accezione anglosassone della parola, ossia misurabili. Il che non ridimensiona il ruolo dell’enologo, la cui sensibilità resta cruciale per produrre vino di qualità.

Tag: , , , , ,

© Riproduzione riservata - 12/01/2021

Leggi anche ...

2021: la ripresa sarà green
Dal mondo
2021: la ripresa sarà green

Il nuovo anno si apre all’insegna del green. Leggi tutto

I territori che la fillossera non ama
Dal mondo
I territori che la fillossera non ama

Questo contenuto è riservato agli abbonati digita Leggi tutto

I software dirigono la cantina
Scienze
I software dirigono la cantina

Questo contenuto è riservato agli abbonati digita Leggi tutto