Grande accoglienza in Brasile per il Consorzio del Brunello

Grande accoglienza in Brasile per il Consorzio del Brunello

Missione (commerciale) compiuta per la delegazione di 30 produttori del Consorzio di tutela del Brunello di Montacino che dal 6 al 9 giugno scorsi si sono recati a San Paolo in Brasile per promuovere il grande rosso toscano. Il Brunello e il Rosso di Montalcino sono già esportati in questo Paese, rispettivamente con percentuali ancora molto ridotte, dell’1 e dell’1,6, ma vengono percepiti come vini di prestigio. Il passo successivo e l’intento delle Cantine in trasferta è di incrementare il numero di acquirenti, interessando un pubblico sempre maggiore di esperti orientati su prodotti di alta gamma.

L’iniziativa, articolata in workshop dedicati agli specialisti, seminari didattici con video e dati informativi, degustazioni al celebre ristorante Mani e presso l’Hotel Unique della Capitale, ha segnato il tutto esaurito tra operatori, sommelier, stampa e opinion leader brasiliani.

«L’obiettivo è stato pienamente raggiunto», ha commentato la vicepresidente del Consorzio Donatella Cinelli Colombini, che insieme al direttore Stefano Campatelli guidava la delegazione. «Abbiamo dimostrato che “l’unione fa la forza” e presentando tanti ottimi produttori di Brunello tutti insieme è possibile dare una spinta decisiva al mercato. Non solo, il nostro successo è una spinta per tutto il vino italiano ma, per riprendere le parole del direttore dell’Ice Sacchi, aiuta tutto il made in Italy. Abbiamo creato un’onda positiva che spero faccia da traino agli altri. Sicuramente ha fatto bene ai nostri produttori che hanno sfruttato quest’occasione per gettare le basi, o consolidarle, per vincere su questo mercato potenzialmente interessantissimo».

Ecco l’elenco dei produttori di Brunello di Montalcino che componevano la delegazione: Banfi, Barbi, Camigliano, Canneta, Capanna, Caparzo, Caprili, Castelli-Martinozzi, Castello di Romitorio, Col d’Orcia, Collemattoni, Corte Pavone, Donatella Cinelli Colombini, Fanti, Gianni Brunelli, Il Poggione, La Gerla, La Magia, Le Chiuse, Mocali, Poggio di Sotto, Poggio il Castellare, Salvioni, Sassodisole, Siro Pacenti, Talenti, Tassi, Tenuta di Collesorbo, Tenute Friggiali e Pietranera, Val di Cava, Verbena e Villa Le Prata.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 17/06/2011

Leggi anche ...

Siccità e sprechi, il cattivo esempio della California
Senza confini
Siccità e sprechi, il cattivo esempio della California

Leggi tutto

London Wine Fair, un tiepido ritorno
Senza confini
London Wine Fair, un tiepido ritorno

Leggi tutto

Classificazione di Saint-Émilion: l’esodo continua
Senza confini
Classificazione di Saint-Émilion: l’esodo continua

Leggi tutto