Diversità e inclusione nel mondo del vino: uguaglianza non è equità

Diversità e inclusione nel mondo del vino: uguaglianza non è equità

Si moltiplicano le associazioni e le iniziative, al di qua e al di là degli Oceani, per promuovere la partecipazione delle minoranze e delle donne nel nostro settore. Ma, in Italia come all’estero, è ancora lunga la strada da percorrere

L’articolo fa parte della Monografia Diversità e Inclusione
(Civiltà del bere 1/2022)

Si chiama fattore ED&I, acronimo che sta per Equality, Diversity and Inclusion. Il mondo del vino purtroppo non è esente da forti pregiudizi razziali e di genere. Soprattutto negli Stati Uniti, crogiolo di razze e culture, sono nate associazioni per far emergere voci inascoltate e trovare soluzioni.
Fra le prime ad essere fondate c’è l’Association of African American Vintners. Nasce nel 2002 per facilitare l’accesso degli associati alle conoscenze enologiche e viticole e per aiutare nuove generazioni di vignaioli.

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 22/03/2022

Leggi anche ...

Ma è vero che i grandi vini nascono solo in collina? Spoiler: assolutamente no
Premium
Ma è vero che i grandi vini nascono solo in collina? Spoiler: assolutamente no

Leggi tutto

Vini di Montagna (4): la Valtellina – Maroggia
In Italia
Vini di Montagna (4): la Valtellina – Maroggia

Leggi tutto

Tutte le volte che noi italiani siamo stati primi secondo la critica americana
Premium
Tutte le volte che noi italiani siamo stati primi secondo la critica americana

Leggi tutto