Premium Premium Anita Franzon

Come sono cambiati i consumi di vino dopo la pandemia?

Come sono cambiati i consumi di vino dopo la pandemia?

A fornirci una panoramica è l’International Wine and Spirits Record, che analizza come alcune abitudini legate alle restrizioni e ai lockdown si siano radicate tra i consumatori. Mentre nuovi trend si sono diffusi proprio in risposta alla crisi.

Per approfondimenti: Iwsr, The drinks business e Irish Independent

Analizzando costantemente i trend relativi al consumo di bevande alcoliche in tutto il mondo, l’International Wine and Spirits Record (Iwsr – Drinks market analysis) ha questa volta raccolto dati che mostrano come, a quasi quattro anni dall’inizio della pandemia, diverse abitudini derivanti dalle restrizioni e dai lockdown si siano radicate tra i consumatori. Alcune tendenze in corso prima del 2020 risultano enfatizzate, altre sono nate proprio in risposta alla crisi pandemica.
La più evidente è una chiara preferenza per il consumo casalingo rispetto ai luoghi di ristorazione: un segnale che i comportamenti appresi durante la pandemia di Covid-19 sono stati mantenuti. Tuttavia, esiste un forte contrasto tra i mercati di Europa e Nord America e molti Paesi dell’Asia: in questi ultimi gli atteggiamenti sembrano più positivi.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 26/10/2023

Leggi anche ...

Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit
Premium
Le performance dell’agroalimentare nei primi mesi del 2024. Tra cali ed exploit

Leggi tutto

Caffè: con il design c’è più gusto
L'altro bere
Caffè: con il design c’è più gusto

Leggi tutto

Belgian Tripel, potenza e bevibilità
L'altro bere
Belgian Tripel, potenza e bevibilità

Leggi tutto