Dal mondo Dal mondo Anna Rainoldi

Château d’Yquem: niente Sauternes 2012

Château d’Yquem: niente Sauternes 2012

Château d’Yquem rinuncia a produrre Sauternes per il 2012. Dopo una primavera umida e un’eccessiva siccità settembrina, che ha ritardato l’arrivo della Bortytis, le ultime intense piogge hanno rovinato la vendemmia intaccando la qualità delle uve, insufficiente rispetto agli standard elevati della Maison bordolese.

Yquem_sauternes

Il Sauternes Lur Saluces del 1996

LE ALTRE ANNATE MAI NATE – Questo millesimo mancato si aggiunge all’elenco delle altre annate escluse di Sauternes Yquem1910, 1915, 1930, 1951, 1964, 1972, 1974 e 1992. Per quest’anno lo Château vedrà in cantina solo il bianco secco Y, 10.000 bottiglie prodotte con uve raccolte prima delle forti precipitazioni.

I MOTIVI DELLA SCELTA – Varie le reazioni dei “vicini di casa”, le altre Maison del Bordeaux che hanno scelto di produrre Sauternes anche quest’anno. Per la maggior parte delle Cantine, la quantità di bottiglie prodotte sarà nettamente inferiore alla media aziendale. Timore comune è che la scelta di Château d’Yquem possa influenzare negativamente i buyer, ma Pierre Lurton, managing director della Casa, conferma a Wine Spectator la bontà della propria decisione a tutela dell’immagine di Château d’Yquem, ma anche dell’intera denominazione.

Tag: ,

© Riproduzione riservata - 07/01/2013

Leggi anche ...

Argentina estrema. Sempre più a sud, in Patagonia
Dal mondo
Argentina estrema. Sempre più a sud, in Patagonia

Dopo il nord, facciamo tappa all’estremità sud, in Leggi tutto

Trend fuori casa | L’onda asiatica, quella buona
Dal mondo
Trend fuori casa | L’onda asiatica, quella buona

Questo contenuto è riservato agli abbonati digita Leggi tutto

La rassegna stampa internazionale di Civiltà del bere #3
Dal mondo
La rassegna stampa internazionale di Civiltà del bere #3

Notizie da tutto il mondo, selezionate tra decin Leggi tutto