Cecchi e la semplicità raffinata di Villa Rosa

Cecchi e la semplicità raffinata di Villa Rosa

Andrea Cecchi racconta la filosofia portata avanti nella storica tenuta del Chianti Classico, acquisita nel 2015. Trenta ettari vitati, suddivisi in cinque vigne, danno vita a due grandi etichette, compresa una Gran Selezione, che rappresentano l’identità del brand.

Scegliere un terreno adatto a realizzare un grande progetto vitivinicolo con l’obiettivo di produrre un Chianti Classico di alta qualità sotto la tipologia Gran Selezione. Un vino di estrema eleganza e longevo che esprima al meglio le caratteristiche del Sangiovese della regione chiantigiana classica.

L’acquisizione della Tenuta Villa Rosa

La scelta di Cecchi, era il 2015, cade sulla Tenuta Villa Rosa, azienda storica di Castellina in Chianti che la famiglia Lucherini Bandini aveva posseduto per 70 anni. Poco più di 120 ettari di terreni, di cui 30 a vigneto e 15 a oliveto, su suoli calcarei a matrice argillosa caratterizzati da profili eterogenei che uniscono la roccia di tipo alberese ai galestri scistosi, entrano così a far parte delle Tenute Cecchi. Terreni che variano dai 425 ai 255 metri di altitudine dove si produce Chianti Classico da sempre.
«Tutte caratteristiche, storiche, ambientali e produttive», spiega Andrea Cecchi, «che rispondevano ai nostri requisiti per realizzare l’ambizioso progetto. Direi anzi che questa di Castellina in Chianti era una scelta addirittura obbligata». 

La Gran Selezione in produzione limitata

Cinque le vigne di Villa Rosa: Casetto, Palagione, Villa, Ribaldoni e Fornace. La filosofia produttiva di Cecchi è tanto semplice quanto raffinata: coltivare esclusivamente uve Sangiovese della migliore qualità per arrivare a vinificare due grandi etichette di Chianti Classico Docg e Chianti Classico Gran Selezione Docg. Ed ecco che nel 2019 l’azienda mette in commercio la prima annata del Villa Rosa Chianti Classico Gran Selezione 2015, una produzione limitata che a tutt’oggi (l’annata attualmente in vendita è la 2019) oscilla intorno alle 6-10 mila bottiglie. La lavorazione prevede una maturazione in legno (tonneaux da 500 l e tini botte da 30 hl) per 12-15 mesi, più altri 12 in cemento e circa 1-2 anni in bottiglia prima della commercializzazione.

Il Villa Rosa Ribaldoni Chianti Classico e le altre Tenute

Un vino elegante con note floreali, fruttate e speziate al naso, sapido ed equilibrato in bocca. Accanto a questo anche il Villa Rosa Ribaldoni Chianti Classico Docg. «Due vini», dice ancora Andrea Cecchi, «che ben rappresentano l’identità del nostro nome legato al territorio e al vino Chianti Classico, una famiglia, la nostra, che quest’anno celebra i suoi 130 anni di attività. Vini che fanno compagnia a quelli della nostra storica Tenuta Villa Cerna che sono sempre stati il fiore all’occhiello di Cecchi».
Oltre a Villa Cerna e Villa Rosa, la famiglia possiede anche le tenute Alzatura a Montefalco, Val delle Rose in Maremma e una piccola proprietà a Montalcino acquistata nel 2018, per un totale di circa 330 ettari di vigneti.

CECCHI 

località Casina dei Ponti, 56
53011 Castellina in Chianti (Siena)
0577.54.311
cecchi@cecchi.net
www.cecchi.net

Segui su FacebookInstagramFamiglia Cecchi

Realizzato in collaborazione con Cecchi

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 4/2023. Acquista

Sei abbonato digitale o premium? Sfoglia la rivista o scarica il pdf

Vuoi abbonarti? Clicca qui

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 17/03/2024

Leggi anche ...

50 anni di storia del vino: Argiolas, l’arte di proteggere la propria ricchezza
Storytelling
50 anni di storia del vino: Argiolas, l’arte di proteggere la propria ricchezza

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: Marchesi Antinori, la continua evoluzione in armonia con la natura
Storytelling
50 anni di storia del vino: Marchesi Antinori, la continua evoluzione in armonia con la natura

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: Angelini Wines & Estates, fedeli interpreti dell’unicità del territorio
Storytelling
50 anni di storia del vino: Angelini Wines & Estates, fedeli interpreti dell’unicità del territorio

Leggi tutto