Cantina Produttori di Valdobbiadene: siamo i pionieri delle Rive

Cantina Produttori di Valdobbiadene: siamo i pionieri delle Rive

La storica cooperativa trevigiana Cantina Produttori di Valdobbiadene, che nel 2022 festeggia i 70 anni dalla fondazione, è impegnata in un progetto di valorizzazione del territorio attraverso i cru del Prosecco Superiore Docg. La gamma delle sei etichette si è ampliata grazie a una novità presentata a Vinitaly.

Mille ettari di vigne, di cui più della metà nell’areale del Prosecco Superiore Valdobbiadene Docg e dell’Asolo Docg. È il patrimonio unico di cui si fregia la Cantina Produttori di Valdobbiadene, che oggi conta 600 soci.
Fondata nel 1952, nel 2022 la cooperativa festeggia 70 anni di successi, resi possibili da una visione di business socialmente responsabile, che coniuga sostenibilità ambientale e uso consapevole delle ultime tecnologie, tenendo fede alla sua impronta agricola. Dal 2019 la Cantina è certificata VIVA (in corso il rinnovo), nel triennio 2019-2021 ha portato a termine la certificazione di agricoltura integrata SQNPI e ora è impegnata ad ottenere lo standard Equalitas.

La valorizzazione del territorio come missione

Tra le mission aziendali c’è la valorizzazione del territorio anche attraverso le Rive, gli appezzamenti collinari di Conegliano e Valdobbiadene in forte pendenza, particolarmente difficili da lavorare. «Nel 2019 il disciplinare del Prosecco Superiore Docg ha introdotto le 43 menzioni, che prendono il nome dalle frazioni del comune in cui si trovano», precisa il direttore generale Alessandro Vella. «Ma noi producevamo referenze strettamente legate alla provenienza geografica già prima dell’ufficializzazione legislativa. Penso in particolare al nostro cru Colbertaldo – oggi Rive di Colbertaldo – che ha visto la luce 11 anni fa». La definizione di pionieri delle Rive, insomma, non potrebbe essere più appropriata per la Cantina Produttori di Valdobbiadene.

Sei etichette per cinque Rive

«Siamo convinti che le Rive siano il vero elemento di differenziazione tra la Docg e la Doc Prosecco», continua il direttore Vella. «Abbiamo la forza di possedere ettari vitati in nove Rive. Con la vendemmia 2020, il 37% dei 494 ettari complessivi rivendicati come Rive proveniva da vigneti dei nostri soci».
Oggi la Cantina produce sei etichette, tre a marchio Produttori di Valdobbiadene e tre con il brand premium Val d’Oca. Le Rive di riferimento sono cinque: Colbertaldo, San Pietro di Barbozza, Santo Stefano, Guia e Col San Martino. L’intenzione è implementare la gamma, certificando tutte e nove le Rive su cui insistono i terreni dei viticoltori.

Il nuovo Rive San Giovanni

«Non vogliamo accelerare i tempi, la nostra idea è di lanciare un nuovo prodotto ogni due anni. Per essere capite, le Rive vanno spiegate, raccontando le specificità territoriali e le straordinarie sfumature che ogni terroir rivela nel calice».
Una novità importante è però stata svelata al Vinitaly. «Per festeggiare il 70° dalla fondazione abbiamo lanciato il Rive di San Giovanni, toponimo della piccola frazione di Valdobbiadene dove sorge il nostro quartier generale. Un’etichetta celebrativa e molto speciale».

VAL D’OCA – CANTINA PRODUTTORI
DI VALDOBBIADENE

via per S. Giovanni 45
Valdobbiadene (Treviso)
0423.98.20.70
info@valdoca.com
www.valdoca.com
Segui su Facebook InstagramLinkedin

Realizzato in collaborazione con Val d’Oca – Cantina Produttori di Valdobbiadene

Questo articolo è tratto da Civiltà del bere 1/2022. Acquista

Sei abbonato digitale o premium? Sfoglia la rivista o scarica il pdf

Vuoi abbonarti? Clicca qui


Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 17/05/2022

Leggi anche ...

Duca di Salaparuta, rinnamorarsi dell’Etna con Lavico
Storytelling
Duca di Salaparuta, rinnamorarsi dell’Etna con Lavico

Leggi tutto

Fontanafredda, il Rinascimento Verde parte dalla Speranza
Storytelling
Fontanafredda, il Rinascimento Verde parte dalla Speranza

Leggi tutto

Tenuta Sant’Antonio, il gioiello della famiglia Castagnedi
Storytelling
Tenuta Sant’Antonio, il gioiello della famiglia Castagnedi

Leggi tutto