Dal mondo Dal mondo Emanuele Pellucci

Vini veneti alla ribalta del 25esimo Mundus Vini

Vini veneti alla ribalta del 25esimo Mundus Vini

L’Italia conferma il primato del numero di campioni iscritti e medaglie anche alla 25esima edizione del concorso Mundus Vini. Menzione speciale per il Veneto.

Come ormai da diversi anni a questa parte, i vini italiani sono stati protagonisti in Germania al concorso internazionale Mundus Vini, giunto alla sua 25esima edizione, facendo registrare sia il più alto numero di campioni in lizza e di conseguenza anche il maggior numero di medaglie conquistate. Su un totale di 4.409 vini presentati a questa summer session (alla spring session di febbraio erano stati addirittura 7.182) da 40 Paesi produttori, l’Italia era presente con ben 1.257 campioni provenienti da cantine di tutta la Penisola. Seconda la Germania (il concorso si tiene a Neustadt an der Weinstrasse, nella regione del Palatinato) con 851, terza la Spagna (691), quarto il Portogallo (284) e quinta la Francia (281).

Il medagliere complessivo

Al termine delle quattro sessioni di degustazione, cui ha preso parte una giuria composta da 170 esperti di vino di 45 Paesi, sono state attribuite un totale di 1.760 medaglie così ripartite: 14 gran oro, 818 d’oro e 928 d’argento. L’Italia se n’è aggiudicate 473 di cui 2 gran oro, 225 d’oro e 246 d’argento, posizionandosi così al primo posto nella speciale classifica ufficiosa per nazioni davanti a Germania (307), Spagna (283), Portogallo (132) e Francia (122).

La giuria del 25esimo Mundus Vini al completo (foto AD Lumina)
La giuria del 25esimo Mundus Vini al completo (foto AD Lumina)

Al traguardo delle 25 edizioni

Per gli organizzatori della Meininger Verlag, la più importante casa editrice tedesca specializzata in riviste del Food & Beverage, quella appena conclusa è stata un’edizione molto particolare perché ha segnato il traguardo delle 25 edizioni di Mundus Vini. Nato nel 1999, negli ultimi anni il concorso ha avuto un trend sempre in crescendo tanto che si è sdoppiato in due sessioni, una primaverile in ottica ProWein e l’altra nella consueta data di fine agosto. Complessivamente sono stati ben 11.591 i vini in concorso, una cifra che fa di Mundus Vini una delle competizioni enologiche più partecipate nel mondo.

La sede del 25esimo Mundus Vini
La sede del 25esimo Mundus Vini

La performance del Veneto (e le altre regioni premiate)

Tornando all’Italia, anche stavolta il Veneto l’ha fatta da padrone aggiudicandosi la bellezza di ben 107 medaglie (47 ori e 60 argenti) grazie agli exploit dei vini della Valpolicella (tra cui 26 Amarone) e dell’area del Prosecco, sia a Docg che a Doc (30 medaglie). Molto bene la Toscana con 67 riconoscimenti (26 ori e 41 argenti), tra cui 16 medaglie per i vini Chianti Classico, di un soffio sopra la Puglia (65, compresa però una gran medaglia d’oro conquistata dal Primitivo di Manduria Dop 2015 Cosimo Varvaglione Collezione Privata della Varvaglione Vigne & Vini di Leporano). Ottimi risultati anche da Sicilia (55 medaglie), Piemonte (29 con la ciliegina della gran oro vinta dal Barolo Docg 2012 Riserva Vinum Vita Est della Terre del Barolo di Castiglion Falletto) e a seguire Emilia Romagna (24 riconoscimenti di cui ben 18 ori), Trentino (21) e Abruzzo (16).

Nel corso delle valutazioni
Nel corso delle valutazioni

Le migliori aziende vinicole d’Italia al 25esimo Mundus Vini

Tra le aziende spiccano le 15 medaglie della Caviro (10 d’oro e 5 d’argento) designata “Miglior cantina italiana” a Mundus Vini Summer edition, ma anche le 12 di Cantine Ermes, le 11 di Enoitalia e le 10 della Cantina di Soave. Tra i vini e le denominazioni più premiate, oltre ai già citati Valpolicella, Prosecco e Chianti Classico troviamo il Primitivo che con 32 medaglie guida questa speciale classifica, il Nero d’Avola (21), il Montepulciano d’Abruzzo (13) e il Barolo (12). Il riconoscimento destinato al miglior importatore della degustazione estiva è andato alla Mack & Schühle, società basata a Miami ma largamente presente in Germania, che ha ottenuto 14 medaglie d’oro e 13 d’argento.

Tutti i risultati del concorso sono consultabili qui

Tag:

© Riproduzione riservata - 09/09/2019

Leggi anche ...

Fusion, cucine e culture  che si intrecciano
Dal mondo
Fusion, cucine e culture che si intrecciano

Il fenomeno, noto anche come metissage, nasce quando Leggi tutto

In Ungheria non solo Tokaji, anzi…
Dal mondo
In Ungheria non solo Tokaji, anzi…

La terra conosciuta soprattutto per il suo storico Leggi tutto

Willi Klinger al vertice di Wein & Co.
Dal mondo
Willi Klinger al vertice di Wein & Co.

Dal 1 gennaio 2020 l’ex direttore di Austrian Leggi tutto