Parte oggi a New York l’talian Wine Week 2011

Parte oggi a New York l’talian Wine Week 2011

Al via oggi 24 gennaio, nei prestigiosi spazi del Waldorf Astoria Hotel di New York la terza edizione dell’Italian Wine Week, la settimana dedicata al vino italiano organizzata dall’Istituto Nazionale per il Commercio EsteroICE, Regioni Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Puglia, Toscana e Veneto in collaborazione con il ministero per le Politiche Agricole, Veronafiere e Vinitaly e Buonitalia.

95_170

Gli Stati Uniti rappresentanoil più importante mercato estero assorbendo il 27% del valore totale dell'export del settore enologico italiano

Nell’ambito dei tre giorni della convention l’ICE ha messo in programma numerosi eventi che vedranno coinvolti importatori, giornalisti e naturalmente aziende vinicole. Per il vino italiano gli Stati Uniti rappresentano il più importante mercato estero assorbendo circa 800 milioni di euro pari al 27% del valore totale dell’export del settore enologico.

Le aziende italiane che hanno aderito sono 220 provenienti da 19 regioni, sono oltre 50 gli importatori coinvolti. Ogni Regione gestirà uno specifico programma all’interno dell’evento, sulla base delle specifiche esigenze regionali. Le aziende saranno così coinvolte in seminari, degustazioni e incontri B2B con gli operatori con l’obiettivo di sviluppare la presenza del vino italiano negli USA.

Di particolare interesse il seminario dedicato agli effettivi dell’introduzione della nuova OCM vino nel mercato statunitense e i suoi riflessi sul consumatore. Tra i relatori Mr. Bill Earle, presidente della National Assosiation Beverages Industries, Lamberto Vallarino Gancia, presidente di Federvini, Mr. William Foster, responsabile del settore vino del Tax and Tabacco Bureau, e un ricco parterre di operatori e giornalisti.

Altri importanti incontri sono il “Meet & Greet”, dedicato alle aziende italiane senza importatore per dare loro l’opportunità di dialogare con il mercato statunitense, e il nuovo programma in favore degli spiriti italiani denominato “Vino After Hours” con tre serate di incontri tra le 9 aziende presenti e i numerosi operatori e giornalisti presenti.

L’evento conclusivo, la “Borsa Vini”, si terrà mercoledì 26 gennaio in presenza di 2000 operatori proveniente da 50 Stati dell’Unione.

Tutti coloro che non potranno partecipare personalmente alla convention potranno seguirla interamente sui principali social network come Twitter (http://twitter.com/vino2011ny) e Facebook (http://www.facebook.com/virtualvino), e partecipare virtualmente e in tempo reale a incontri, seminari, interviste su Livestream (Virtual Vino TV Guide).

Il programma completo è disponibile su : http://italianmade.com/vino2011

Per maggiori informazioni: Linea vini, Alcolici e Bevande – Tel. 06.53.3921 – vini@ice.it

Tag: , , ,

© Riproduzione riservata - 24/01/2011

Leggi anche ...

Siccità e sprechi, il cattivo esempio della California
Senza confini
Siccità e sprechi, il cattivo esempio della California

Leggi tutto

London Wine Fair, un tiepido ritorno
Senza confini
London Wine Fair, un tiepido ritorno

Leggi tutto

Classificazione di Saint-Émilion: l’esodo continua
Senza confini
Classificazione di Saint-Émilion: l’esodo continua

Leggi tutto