Dal mondo Dal mondo Civiltà del bere

I Fine wines italiani non temono Brexit

I Fine wines italiani non temono Brexit

Sold out per l’evento esclusivo dedicato al vino italiano di qualità a Londra, organizzato dall’Istituto Grandi Marchi insieme a Decanter e Institute of Masters of Wine.

Al di là delle incertezze legate a Brexit e ai possibili scenari futuri, il mercato inglese continua a dimostrare entusiasmo per i fine wines italiani. Specchio di questo interesse è stata la giornata di promozione organizzata a Londra lo scorso 9 ottobre dall’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi con la collaborazione di Decanter e dell’Institute of Masters of Wine, destinata a un pubblico di professionisti del settore e consumatori selezionati.

Un momento del walk around tasting

Un pubblico di eccezionale professionalità

«Sono felice che l’evento londinese abbia avuto tanto successo», ha commentato Piero Mastroberardino, presidente dell’Istituto Grandi Marchi. Le attività promosse da Igm puntano a valorizzare il vino italiano di qualità fungendo da traino per la promozione all’estero dell’intero comparto made in Italy. «La collaborazione con Decanter e con l’Istituto dei Masters of Wine ci ha premesso di confrontarci con una platea di indiscusso livello. In ogni momento di questa giornata il grado di professionalità del pubblico è stato altissimo. È questo il genere di eventi che ci consente di fornire il giusto contributo alla crescita dell’immagine del vino italiano e dei valori che esprime», precisa Mastroberardino

Un momento della masterclass

I numeri della giornata

Con oltre 500 partecipanti tra operatori, sommelier, importatori, distributori, wine manager, giornalisti e consumatori selezionati, l’evento organizzato alla Chandos House ha registrato il tutto esaurito. In particolare, 200 operatori hanno partecipato al walk-around tasting riservato al trade, mentre 250 high end consumers selezionati da Decanter sono intervenuti alla grande degustazione serale. Cinquanta professionisti, infine, hanno potuto approfondire la conoscenza dei vini protagonisti nell’esclusiva masterclass guidata da Natasha Hughes MW. Al suo fianco il presidente dell’Institute of Masters of Wine, Adrian Garforth MW, ha ricordato il grande lavoro svolto da Igm per far conoscere ai Masters of Wine la complessità dei fine wines italiani e l’importante contributo nell’organizzazione delle masterclass per aspiranti Masters of Wine del nostro Paese.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 17/10/2019

Leggi anche ...

Rare Champagne 1988-2006: un gioiello da degustare
Dal mondo
Rare Champagne 1988-2006: un gioiello da degustare

«Partiamo da una biblioteca di Dublino, con Leggi tutto

Irrigazione sotterranea dei vigneti: in Nuova Zelanda funziona così
Dal mondo
Irrigazione sotterranea dei vigneti: in Nuova Zelanda funziona così

Come funziona l’irrigazione sotterranea dei vigneti? In Nuova Leggi tutto

Cala la produzione mondiale di vino (ma siamo nella media)
Dal mondo
Cala la produzione mondiale di vino (ma siamo nella media)

Produzioni inferiori alla media rispetto a un 2018 Leggi tutto