Dal mondo Dal mondo Civiltà del bere

Champagne in Villa: oggi alla Reggia di Monza

Champagne in Villa: oggi alla Reggia di Monza

Un pomeriggio dedicato alle bollicine d’Oltralpe in compagnia di cinque vigneron (e oltre 60 etichette). Il “perlage reale” è in degustazione oggi alla Villa Reale di Monza con Aspi (Associazione della sommellerie professionale italiana) fino alle ore 20.

“Champagne in Villa. Il perlage reale” è un imperdibile viaggio nel bicchiere dedicato gli amanti delle bollicine francesi. L’evento, organizzato da Aspi, è in programma oggi alla Villa Reale di Monza. Si comincia alle 14.30 con “I racconti dei vigneron: storie appassionate narrate dagli stessi produttori”: protagonisti sono Jacky Chaput, Corinne Falmet, Séverine Leboeuf, Marie Tassin e Marc Augustin. Il seminario è dedicato a stampa e professionisti, mentre alle 15.30 apre il banco d’assaggio aperto al pubblico, con oltre 60 Champagne in degustazione fino alle 20.

I racconti dei vigneron: 5 storie dalla Champagne

Dalle 14.30 alle 15.30 cinque vigneron champenois esprimeranno l’identità delle loro Maison. Conosceremo Jacky Chaput, ottava generazione dello Champagne Jacques Chaput: un’eccellenza della Côte des Bar. Corinne Falmet, figlia di Michel Falmet, da cui ha rilevato l’omonima cantina nel 2004. Séverine Leboeuf, moglie di Alain Leboeuf, vincitrice di numerosi premi e riconoscimenti. Marie Tassin, pronipote di Marcel Tassin, tra i primi produttori vinicoli della bassa Côte des Bar a diventare récoltant manipulant. E Marc Augustin, dell’omonima cantina, celebre biodinamico. In evidenza, le caratteristiche pedoclimatiche, gli uvaggi e i metodi di produzione che li distinguono.

In degustazione 60 Champagne

Il banco d’assaggio (dalle ore 15.30 alle 20) è aperto al pubblico al costo di 30 euro (ridotto a 20 euro per soci Aspi e 10 euro per studenti degli Istituti alberghieri). Sono in degustazione gli Champagne di Jacques Chaput, Christophe, Michel Falmet, Alain Leboeuf, Fumey-Tassin / Marie Tassin, Secondé-Simon Grand Cru, Lionel Benoit, Infinite 8, Proy-Goulard, Bernard Naudé, Florent Viard Premier Cru, Michel Marcoult, Marc Augustin, Léguillette Romelot, Bernard & Sebastien Bijotat, Gobillard, Emmanuel Guerin R.M., Barbier-Louvet R.M., Bernard Robert, Alexandre Penet, Waris Hubert, A.D. Coutelas, J. Henri Quenardel e Pommery.

Champagne in Villa: un patrimonio da degustare, capire, amare

«Non potevamo scegliere location diversa da questa per presentare il vino più elegante di tutti i tempi. E per descriverne l’identità, abbiamo voluto che a parlare fosse chi, ogni giorno, lavora per rendere ogni bottiglia speciale, come i cinque celebri vigneron champenois. Il lavoro necessario per la produzione di uno Champagne, infatti, richiede cura, sapienza, passione. È certosino, quasi maniacale, nei suoi passaggi. E il frutto di tale impegno si rivela fin dal primo calice. Ne sono testimonianza le storie dei protagonisti che si racconteranno nel corso dell’evento e le oltre 60 etichette che saranno proposte in assaggio: un patrimonio da degustare, capire e amare» è il commento di Giuseppe Vaccarini, Presidente Aspi.

Tag: , , , , , ,

© Riproduzione riservata - 22/10/2018

Leggi anche ...

Assaggi | Il Malbec secondo Terrazas de los Andes
Dal mondo
Assaggi | Il Malbec secondo Terrazas de los Andes

Oggi i Malbec di Mendoza sono celebrati in Leggi tutto

Masi e Santa Margherita Usa insieme sul mercato americano
Dal mondo
Masi e Santa Margherita Usa insieme sul mercato americano

Siglato un importante accordo fra Masi Agricola Leggi tutto

Chablis esclusa dalla Borgogna? L’Inao fa dietrofront
Dal mondo
Chablis esclusa dalla Borgogna? L’Inao fa dietrofront

Come la prendereste se vi dicessero che Chablis Leggi tutto