Dal mondo Dal mondo Civiltà del bere

Chi sono i 14 nuovi Masters of Wine

Chi sono i 14 nuovi Masters of Wine

L‘Institute of Masters of Wine dà ufficialmente il benvenuto a 14 nuovi membri. L’esito delle ultime prove sostenute dagli studenti MW (composte da esami teorici, pratici e research paper conclusivo) è stato annunciato oggi dall’ente londinese. I professionisti che hanno guadagnato l’ambitissimo titolo nella sessione di giugno 2017 provengono da Hong Kong, Norvegia, Regno Unito, Spagna e Usa. Si allarga la famiglia dei Masters of Wine, che oggi conta 369 membri, mentre resta invariato il numero dei Paesi rappresentati (29 in tutto).

Nova Cadamatre MW (Usa) è fra i pochi enologi statunitensi (nonché la prima donna) ad aver ottenuto il titolo di Master of Wine. È direttore enologo di Canandaigua Winery e produce Riesling destinati all’invecchiamento in una nuova boutique winery di sua proprietà, Trestle Thirty One.

Julie Chene Nyheim MW (Norvegia), francese d’origine, ha vissuto in Marocco, New York, San Francisco e Montreal prima di trasferirsi a Oslo. Ha lavorato per i principali importatori norvegesi e nel mercato vinicolo scandinavo; attualmente è business development director di Altia Norway.

Alistair Cooper MW (Regno Unito), dopo aver maturato esperienza in diverse Cantine fra Cile e Argentina come export manager, ha fatto ritorno in Uk dove lavora come freelance e consulente per enoteche, wine bar, società d’importazione e riviste di settore.

Philip Harden MW (Regno Unito), laureato in Economia e Storia all’University College di Londra, diplomato WSET, ha abbandonato il mondo della finanza per dedicarsi agli investimenti nel settore dei fine wines.

Ashley Hausman Vaughters MW (Usa) entra nel mondo del vino nel 2008. Oggi è una professionista poliedrica, lavora nella distribuzione di Old World Wine Imports, insegna al Wine Education Institute, organizza eventi e servizi di consulenza.

Sarah Heller MW (Hong Kong) è una consulente del settore vino, wine communicator e designer. Dopo esser stata direttore esecutivo dell’Hong Kong Meiburg Wine Media per tre anni, oggi è giornalista freelance e consulente esperta di distribuzione ed e-commerce per la Cina.

Tim Jackson MW (UK) ha creato un database di oltre 1.000 etichette degustate, radunando le tasting notes nel sito winebook.co.uk. È marketing director nel settore mutui, ma anche comunicatore e wine educator.

Andreas Kubach MW (Spagna) è imprenditore e produttore vinicolo di origine spagnola e tedesca, co-fondatore e managing director di Peninsula (società con sede a Madrid, che comprende tenute come Fontana Bodegas & Vinedos). Ha una profonda conoscenza del mercato vinicolo internazionale.

Fernando Mora MW (Spagna) ha abbandonato il settore eolico per produrre vino: cominciando con poche viti piantate nel giardino dei nonni ad Alagòn (Saragozza), ha poi fondato Bodegas Frontonio nel 2013 e lanciato Cuevas de Arom nel 2015. È consulente nella produzione enologica e nel settore vendite per altre aziende vinicole.

Aina Mee Myhre MW (Norvegia) comincia la sua carriera nel settore nel 2005 da Pernod Ricard. Prosegue nel 2007 come wine buyer per gli importatori Solera Group e Moestue Grape Selections, prima di fondare a Oslo nel 2015 la società d’importazione Heyday Wines.

Yashodhan “Billo” Naravane MW (Usa) è enologo e proprietario di Rasa Vineyards, piccola Cantina a conduzione familiare fondata con il fratello a Walla Walla (WA). È consulente viticolo ed enologico per aziende come Delmas, Rivaura, Echo Ridge Cellars, Mackey Vineyards, Sinclair Estate Vineyards, ma anche esperto di nuove tecnologie.

Catherine Petrie MW (Regno Unito), dopo una serie di esperienze in cantina fra Italia e Francia, tra il 2011 e il 2015 ha lavorato a Londra per Robert Rolls (specializzato in vini di Borgogna). Oggi è buying and marketing manager di Goedhuis & Co, rivenditore di vini di pregio prodotti in Borgogna e Bordeaux.

Nigel Sneyd MW (Usa) è nel mondo del vino dall’età di 17 anni. Con due lauree in enologia (alla Charles Sturt University in Australia e all’Université de Dijon in Francia) e anni di esperienza in grandi Maison e nel settore dei fine wines, da 12 anni lavora per E&J Gallo’s International Winemaking group (oggi come direttore della divisione in California).

Morgan Twain-Peterson MW (Usa) è enologo e proprietario di Bedrock Wine Co. in Sonoma, dove lavora per preservare i vecchi vigneti della California. “Figlio d’arte” (il padre, Joel Peterson, è fondatore di Ravenswood Winery) di indiscussa capacità, riconosciuto dalla critica internazionale (dal New York Times a Decanter, da Robert Parker a Wine Spectator, che lo ha incluso tre volte nella sua top 100).

Tag: , ,

© Riproduzione riservata - 04/09/2017

Leggi anche ...

Vini veneti alla ribalta del 25esimo Mundus Vini
Dal mondo
Vini veneti alla ribalta del 25esimo Mundus Vini

L’Italia conferma il primato del numero di campion Leggi tutto

Fusion, cucine e culture  che si intrecciano
Dal mondo
Fusion, cucine e culture che si intrecciano

Il fenomeno, noto anche come metissage, nasce quando Leggi tutto

In Ungheria non solo Tokaji, anzi…
Dal mondo
In Ungheria non solo Tokaji, anzi…

La terra conosciuta soprattutto per il suo storico Leggi tutto