Vino italiano in Usa: stabilità positiva

Vino italiano in Usa: stabilità positiva

Tiene duro il vino italiano in Usa. Pur con una lieve contrazione del 0,9% in quantità (controbilanciata da un incremento in valore del 5,5%), l’export 2014 si mantiene stabile, comparando i primi 8 mesi dell’anno con quelli del 2013. Una situazione estremamente positiva secondo Lucio Caputo, presidente dell’Italian Wine & Food Institute di New York, soprattutto se inquadrata nella generale decrescita delle importazioni vinicole in Usa (-4,5%).

L’ITALIA SUL TOTALE – La leadership italiana si traduce in 1.683.770 ettolitri di vino immessi sul mercato statunitense fra gennaio e agosto 2014, pari a 917 milioni e 724 mila dollari (1.698.320 ettolitri e 869 milioni e 654 mila dollari nello stesso periodo del 2013). Continua ad espandersi, in particolare, lComplessivamente, l’import Usa ammonta a 5.968.770 ettolitri (2 miliardi 668 milioni e 899 mila dollari) nel 2014, contro i 6.252.540 ettolitri (per 2 miliardi 596 milioni 469 mila dollari) del 2013.

CHI NE RISENTE – La contrazione dell’import ha colpito diversi Paesi concorrenti dell’Italia. L’Australia ad esempio, scesa al terzo posto fra gli esportatori, ha registrato una riduzione del -12,4% in quantità e -10,8% in valore. Segno negativo anche per l’Argentina (-0,4% in quantità, -3,9% in valore) e il Sudafrica (-62,1% e -30,5%), e per la quantità di vino importato di Francia (-3,3%), Spagna (-14,1%) e Germania (-11,9%), rispettivamente quinto, sesto e ottavo posto.

QUALCUNO RISALE – Di contro, ha migliorato le sue prestazioni il Cile, che con un +1% in quantità (ma una notevole riduzione in valore, -12,2%) ha spodestato l’Australia dal secondo gradino: la riduzione dei prezzi ha favorito l’espansione dei vini cileni. Bene anche la Nuova Zelanda (+18,4% e +15,6%) e il Portogallo (+16,3% e +19,7%), settimo e nono Paese importatore.

Tag: , , , , ,

© Riproduzione riservata - 14/10/2014

Leggi anche ...

Anteprime e fiere 2022. Il punto sui posticipi e le nuove date ufficiali
Wine business
Anteprime e fiere 2022. Il punto sui posticipi e le nuove date ufficiali

Leggi tutto

Santa Margherita acquisisce Roco Winery in Oregon
Wine business
Santa Margherita acquisisce Roco Winery in Oregon

Leggi tutto

Perché la qualità del vino non fa rima con la fidelizzazione
Wine business
Perché la qualità del vino non fa rima con la fidelizzazione

Leggi tutto