Premium Premium Luigi Pelliccia

Siamo pronti a ripartire

Siamo pronti a ripartire

Gli effetti della crisi generata dalla pandemia non si sono ancora manifestati in tutta la loro gravità, con dati di produzione ed export che sembrano tenere. La caduta ci sarà, ma la ripresa sarà altrettanto rapida, grazie anche ai mercati esteri fedeli.

Se si guarda alla scia degli andamenti della produzione industriale del Paese, l’effetto della pandemia si evidenzia subito in modo drammatico. Ne escono cadute tendenziali pari al -29,3% a marzo, al -42,5% ad aprile e al -33,8% a maggio. Un fenomeno così marcato, associato alla inevitabile vischiosità della ripresa, farà si che, per ritrovare le quote di produzione del 2019, e finalmente superarle, non basterà un anno, ma occorrerà aspettare almeno i consuntivi 2022.

Tag: , , , ,

© Riproduzione riservata - 27/08/2020

Leggi anche ...

Caffè: con il design c’è più gusto
L'altro bere
Caffè: con il design c’è più gusto

Leggi tutto

Belgian Tripel, potenza e bevibilità
L'altro bere
Belgian Tripel, potenza e bevibilità

Leggi tutto

50 anni di storia del vino: il consumo artigiano tra distrazione e culto
In Italia
50 anni di storia del vino: il consumo artigiano tra distrazione e culto

Leggi tutto